Edilizia e progetto, aspettando MADE Edilizia e progetto, aspettando MADE
Architettura

Edilizia e progetto, aspettando MADE

Scritto da Redazione |

30 Gennaio 2017

Come un grande cantiere, fondato sulle idee e sulle risorse, sui progetti e sui materiali, sull’architettura e sul design, per costruire, produrre, immaginare: questo è il contesto che prenderà forma e definizione a MADE Expo, dall’8 all’11 marzo 2017 negli spazi di Fiera Milano Rho, l’appuntamento internazionale dedicato alla progettazione e alle costruzioni giunto ormai alla sua ottava edizione.

 

Venerdì 27 gennaio, nelle sale della nuova Fondazione Feltrinelli di Milano, alla presenza tra gli altri del presidente di MADE Expo Roberto Snaidero, dell’architetto Stefano Boeri, del professore presso la Bristol University John Foot e dell’Assessore alle Politiche Produttive del Comune di Milano Cristina Tajani, si è svolta la presentazione dell’evento, riconosciuto come l’osservatorio privilegiato sul panorama dell’innovazione edilizia, per la capacità di mettere in comunicazione imprenditori e professionisti, tecnologia e mercato, cogliendone lo slancio propulsivo e reindirizzando le tendenze del settore, con uno sguardo allargato al mondo.

 


A MADE decine di migliaia di visitatori avranno modo di conoscere le nuove frontiere del business, creando essi stessi un network di relazioni e contatti, in un percorso di scambio, formazione e aggiornamento sui temi più caldi del nostro tempo: la sostenibilità nei processi di edificazione e ristrutturazione, la questione antisismica, la riqualificazione e rigenerazione delle periferie all’insegna del co-housing e della sharing economy, la digitalizzazione.

 

Sintetizza Roberto Snaidero:
“L’edizione 2017 di MADE expo rappresenterà un fondamentale momento di confronto tra imprese e istituzioni per dare un contributo alla crescita economica e alla trasformazione del nostro Paese e delle nostre città. Grazie a un mix unico di innovazione e competenza la manifestazione presenta e mette a disposizione del mercato gli strumenti indispensabili per portare avanti questo ambizioso progetto. Anche quest’anno, dunque, MADE expo sarà un grande evento esperienziale, un luogo fisico dove scoprire, vedere, conoscere, toccare, decidere. In sintesi un grande evento in grado di fungere da spinta verso i mercati internazionali e far ripartire quelli nazionali”.

 

Gli fa eco Gabriele Buia, Presidente dell’Associazione nazionale delle imprese edili ANCE:
“Si riconosce pienamente la qualità e l’importanza di MADE expo come manifestazione fieristica capace di generare opportunità di business per tutti i propri associati. Motivo per rinnovare la collaborazione con MADE expo e lavorare insieme per generare valore in favore di tutta l’industria delle costruzioni”.

 

Data la portata globale della fiera, ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) ha scelto MADE expo come una delle manifestazioni internazionali fondamentali per far crescere il giro di affari delle aziende italiane confermandone inoltre il ruolo di manifestazione guida nella trasformazione del mondo delle costruzioni.

 

D’altro canto l’accordo con Arexpo (la società che ha il compito di sviluppare l’intero sito di Expo 2015 trasformandolo in un parco scientifico e tecnologico di eccellenza) mira a moltiplicare le concrete opportunità di business offerte agli espositori valorizzando gli investimenti sull’area.

 

Così Giovanni De Ponti, AD di MADE Eventi:
“Desideriamo che quest’area diventi un laboratorio di rigenerazione urbana. Offriremo quindi il know-how delle imprese del sistema dell’abitare a sostegno di questo progetto cruciale di ‘nuova città’, entrando in collaborazione con Arexpo su più livelli. Il primo passo è provare a sfidare la creatività delle imprese, dei progettisti, magari di tanti giovani imprenditori, su un progetto temporaneo di rigenerazione di uno dei cluster di Expo, ancora presenti nel sito. Svilupperemo un bando di concorso per identificare possibili nuovi usi del Cluster, offrendo al vincitore l’opportunità di gestirne lo spazio per un periodo a breve-medio termine quantificabile in circa tre anni, così da svilupparvi la propria idea di business”.

 

E una speciale attenzione alle generazioni future è testimoniata anche da Carousel for Life, il progetto che Federlegno Arredo lancerà a MADE Expo dopo aver condotto una ricerca sull’architettura per l’infanzia, per affermare nuovi criteri qualitativi di progettualità e produzione che mettano i bambini al centro del mondo:
“È un progetto ambizioso che FederlegnoArredo ha deciso di promuovere con entusiasmo con lo scopo di legare progettazione, produzione e mondo dell’infanzia innescando una nuova reattività che potrà creare prospettive inedite in svariati settori, lungo tutta la nostra filiera, facendo leva su nuovi auspicati criteri qualitativi dell’architettura destinata ai giovanissimi che non può più prescindere da sistemi in grado di garantire luoghi sicuri e salubri”, spiega Emanuele Orsini, membro cda MADE expo.

 

Conclude Cristina Tajani, per la quale MADE “conferma Milano capitale del fare e del bello. Per quattro giorni la città si trasformerà nel centro mondiale del progettare e del costruire con una particolare attenzione alle finiture d’interni e al design, confermando ancora una volta il ruolo di fiera leader in Italia e tra le più importanti al mondo. MADE expo rappresenterà dunque un’anticipazione della Design Week milanese”.

  

L’anno del design è appena cominciato.

Questo articolo parla di:

Precedente

Il nuovo look di Céline a Milano

Successivo

White in the city, il potere del bianco alla Milano Design Week

FerreroLegno, la nuova era delle porte blindate si chiama Blyndo
Design

FerreroLegno, la nuova era delle porte blindate si chiama Blyndo

Sicurezza al primo posto, senza rinunciare all’estetica. La porta d’ingresso, confine tra interno ed esterno, tra...

A cena sott’acqua: Snøhetta crea il primo ristorante sottomarino
Architettura

A cena sott’acqua: Snøhetta crea il primo ristorante sottomarino

Al cinema torna di moda la fantascienza, ma anche l’architettura non scherza.  Lo studio d’architettura scandinavo...

Salone del Mobile.Milano Shanghai, il debutto di Giorgio Collection
Design

Salone del Mobile.Milano Shanghai, il debutto di Giorgio Collection

Tra i debutti più attesi che segneranno la prossima edizione del Salone del Mobile.Milano Shanghai, dal 23 al 25 novembre...