Hotel VIU Milan, il lusso è green Hotel VIU Milan, il lusso è green
Architettura

Hotel VIU Milan, il lusso è green

Scritto da Redazione |

18 Aprile 2017

L’evoluzione urbana produce nuovi flussi turistici e nuovi flussi turistici contribuiscono all’evoluzione urbana. Una relazione biunivoca che sta diventando sempre più vera in una città come Milano, le cui trasformazioni stanno dando vita a progetti architettonici in sintonia con il ruolo di nuova capitale europea.

 

In questo contesto non è un caso che, nel quartiere di Porta Volta, nasca il nuovissimo e sofisticato Hotel VIU Milan, albergo di lusso realizzato secondo i principi dell’architettura sostenibile e dotato di piscina esterna, con vista panoramica sullo skyline cittadino.

 


La facciata in vetro, incorniciata dalla vegetazione
, rappresenta un chiaro omaggio all’esperienza del Bosco Verticale ideato dall’architetto Stefano Boeri, uno dei massimi promotori dell’edilizia ecologica a livello mondiale: in questo caso il giardino sospeso avvolge le 124 stanze dell’hotel e ha un effetto di grande impatto su tutta la zona.

 


Le piante, prevalentemente sempreverdi e flora locale come rosmarino, edera, rose rampicanti, caprifoglio, sono state selezionate tra quelle in grado di adattarsi e resistere meglio alle condizioni del clima lombardo.

 

Gli interni, firmati Arassociati con la collaborazione di Nicola Gallizia, si basano sull’idea di contrasto armonico tra texture e colori diversi, con l’inserimento di pezzi della storica azienda italiana Molteni&C Contract Division.

 


In quest’ottica, i pavimenti realizzati in parquet di quercia e legno scuro creano un’equilibrata opposizione in rapporto ai colori chiari e ai tessuti leggeri della decorazione, molti dei quali sono stati preparati a mano e su misura per gli ambienti della struttura.

 


L’Hotel VIU Milan rappresenta dunque un altro interessante esempio di architettura di lusso, con un cuore rigorosamente green.

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Concrete, la cultura a Dubai firmata Rem Koolhaas

Successivo

Minimalismo e Giappone per la casa di Daisuke Ibano

Riflessioni, cinque specchi visionari per Adele-C
Design

Riflessioni, cinque specchi visionari per Adele-C

È il momento degli specchi. Adele-C, azienda nata nel 2009 da un’idea imprenditoriale di Adele Cassina, arricchisce la...

MORE+SPACE, Milano Contract District scommette sul microliving
Design

MORE+SPACE, Milano Contract District scommette sul microliving

Cambiano il mondo e la società, e con essi le case che abitiamo. Non è esagerato dire che proprio in questi anni si sta aprendo una...

Chairs & More debutta a Orgatec 2018
Design

Chairs & More debutta a Orgatec 2018

È tempo di esplorare nuove possibilità per Chairs & More: quest’anno, forte della propria esperienza sul fronte...