Il progetto di Rojkind Arquitectos per l’Orchestra Filarmonica di Boca del Rio Il progetto di Rojkind Arquitectos per l’Orchestra Filarmonica di Boca del Rio
Architettura

Il progetto di Rojkind Arquitectos per l’Orchestra Filarmonica di Boca del Rio

Scritto da Redazione |

20 Dicembre 2017

Involucro pesante, contenuto leggero. È questo il segreto dell’Orchestra Filarmonica di Boca del Rio (Messico), la cui musica soave e impalpabile ha trovato la propria casa all’interno di una struttura fatta di imponenti volumi monolitici in cemento, progettata dallo studio Rojkind Arquitectos all’interno di un masterplan per il rinnovamento dell’area. 

Situato su una porzione di terra lungo l’estuario del fiume Jamapa, sul Golfo del Messico, l’edificio ha una forma geometrica composta da blocchi di diverse dimensioni e muri angolari pensata per richiamare le scogliere rocciose di questa zona, così come i profili seghettati dello spiazzo attorno alla struttura, anch’esso pavimentato in cemento. 

Il cemento a vista delle pareti esterne è segnato da una trama di contorni lignei posti in diagonale e gli angoli sono leggermente differenti su ogni facciata, in modo da conferire dinamismo di forme e varietà di chiaroscuri. 

Uno dei volumi risulta un poco sollevato dal suolo per creare una tettoia d’ingresso, lasciando che i visitatori passino sotto una lobby a tripla altezza dove ancora una volta il cemento rimane a vista. 

Al centro, il blocco più alto e più ampio ospita una sala d’orchestra tra 966 posti a sedere, pensata per accogliere concerti di musica classica, tradizionale e pop ma anche performance di teatro e danza, o spettacoli cinematografici; le finiture essenziali, costituite da pareti in cemento nudo e balconate di legno con ulteriori sedute, rispecchiano l’estetica dell’esterno. 

Una sala più piccola accoglie poi circa 150 spettatori ed è destinata a spettacoli più di nicchia, mentre i servizi quotidiani della struttura vengono svolti sul retro, dove un assembramento di volumi minori è occupato dalle sale prova per i musicisti, da uno studio di registrazione, dai camerini, da un ufficio e da una biblioteca di musica. 

Questi ambienti sono infine utilizzati anche per organizzare workshop, corsi e diversi festival dedicati ai bambini e alle persone più bisognose, perché la musica sia sempre e comunque un bene di tutti.

 

FORO BOCA | Proceso Maqueta from Rojkind Arquitectos on Vimeo.

Questo articolo parla di:

Precedente

HI-MACS a Napoli per il Cristo Velato

Successivo

Thonet e XOffice per il nuovo Office Jungle di Roma

Riflessioni, cinque specchi visionari per Adele-C
Design

Riflessioni, cinque specchi visionari per Adele-C

È il momento degli specchi. Adele-C, azienda nata nel 2009 da un’idea imprenditoriale di Adele Cassina, arricchisce la...

MORE+SPACE, Milano Contract District scommette sul microliving
Design

MORE+SPACE, Milano Contract District scommette sul microliving

Cambiano il mondo e la società, e con essi le case che abitiamo. Non è esagerato dire che proprio in questi anni si sta aprendo una...

Chairs & More debutta a Orgatec 2018
Design

Chairs & More debutta a Orgatec 2018

È tempo di esplorare nuove possibilità per Chairs & More: quest’anno, forte della propria esperienza sul fronte...