L’Unione Industriale si veste di nuovo: presentato il bando di concorso L’Unione Industriale si veste di nuovo: presentato il bando di concorso
Architettura

L’Unione Industriale si veste di nuovo: presentato il bando di concorso

Scritto da Redazione |

20 Giugno 2017

Si è svolta lo scorso 14 giugno presso l’Unione Industriale di Torino la conferenza stampa di presentazione del Bando relativo al concorso di idee per il rinnovamento e la valorizzazione del complesso architettonico sede dell’Unione Industriale, costituito dagli ambienti di rappresentanza dell’ottocentesca palazzina Marone Cinzano e dalle due ali di ampliamento realizzate nel 1961.

Ad illustrare i contenuti del Bando “L’Unione Industriale si veste di nuovo” sono intervenuti il Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Torino Massimo Giuntoli ed il Presidente degli industriali torinesi Dario Gallina, testimoniando l’avvio di un’innovativa forma di collaborazione fra soggetti istituzionali a livello locale.

Il concorso mira a individuare idee capaci di interpretare e rinnovare il ruolo di rappresentanza svolto dall’associazione imprenditoriale in favore degli interessi delle imprese e dell’affermazione di un sistema economico moderno, innovativo, internazionalizzato e rivolto al futuro, rinnovando e valorizzando l’immagine della Sede di rappresentanza dell’Associazione attraverso un percorso di restyling e di interior design delle aree di fruizione pubblica.

Gli interventi riguarderanno la rivisitazione degli interni degli edifici del 1961, la caratterizzazione degli ingressi e dei percorsi relativi alle diverse funzioni che il complesso ospita (sede dell’Unione Industriale, Centro Congressi, Circolo Soci), la progettazione di una nuova struttura esterna per occasioni conviviali collocata fra la palazzina storica ed il suo giardino interno.

I contributi di idee dovranno essere rivolti a rinnovare l’immagine dell’Unione Industriale attraverso una comunicazione grafica e multimediale, informativa ed orientativa ed un’illuminazione funzionale all’interno e scenografica sull’esterno.

Tutte le scelte dovranno inoltre prestare attenzione alle questioni energetiche ed alla qualità del benessere ambientale, con materiali e tecnologie sia tradizionali sia innovative, ma nel rispetto dei valori connotativi del complesso.

Il concorso è stato realizzato attraverso il sostegno dell’Ordine degli Architetti di Torino che ha contribuito alle spese per la programmazione, mentre la redazione del disciplinare è stata curata dalla Fondazione per l’architettura/Torino: per chi abbia proposte, è il momento di farsi avanti.

Questo articolo parla di:

Precedente

UpTown, il nuovo smart district di Milano

Successivo

Milano oggi e domani: Boeri e Boschetti a confronto

Design e motori: le creazioni di Stefano Notargiacomo
Design

Design e motori: le creazioni di Stefano Notargiacomo

La creatività non ha confini, specie quando chi la incarna ama spaziare tra diverse passioni. È il caso di Stefano...

Nora, design e comfort per la seduta Bross.
Design

Nora, design e comfort per la seduta Bross.

Il design al servizio del comfort: ecco la definizione perfetta per Nora, la seduta dalle linee avvolgenti disegnata da Michael...

Navigli Milano, un nuovo progetto per il co-housing
Architettura

Navigli Milano, un nuovo progetto per il co-housing

Il co-housing è sempre più di moda. E Milano si adegua. È stato infatti appena annunciato l’avvio di un nuovo progetto...