MADE Expo, tutti i numeri di una sfida vinta MADE Expo, tutti i numeri di una sfida vinta
Architettura

MADE Expo, tutti i numeri di una sfida vinta

Scritto da Redazione |

14 Marzo 2017

Il successo si vede (anche) dai numeri. E l’ultima edizione di MADE Expo, la kermesse milanese dedicata al mercato internazionale dell’architettura e delle costruzioni, non fa eccezione: 1.060 espositori, 52mila metri quadrati di superficie espositiva netta, 123 convegni (105 con rilascio di crediti formativi), 11mila partecipanti di cui oltre 6mila agli incontri BuildSmart, più di 620 relatori di fama internazionale, 165 presentazioni di prove Demo Live, 165 delegati di 38 Paesi per più di 1.000 di incontri B2B con gli espositori, oltre 650 giornalisti da tutto il mondo, e 106.000 presenze (per il 12% straniere).

 

Ecco il risultato di un format in continuo rinnovamento, capace di puntare sulla qualità globale di espositori e prodotti, di attirare un pubblico altamente qualificato e di portare sotto i riflettori alcune delle tematiche più calde degli ultimi anni, dalla ricostruzione post-terremoto alla rigenerazione urbana, alla nuova digitalizzazione dell’edilizia.

 

Come sottolinea Roberto Snaidero, Presidente di MADE Eventi:

“Il successo di quest’anno conferma il grande lavoro svolto dalla struttura di MADE expo che, pur in un contesto economico ancora non particolarmente brillante, ha saputo proporre soluzioni e idee innovative a favore di tutte le aziende che hanno creduto nella manifestazione. Vincente anche il supporto di Agenzia ICE e del suo presidente Michele Scannavini, che ha ulteriormente rafforzato la componente internazionale di una fiera diventata in sole otto edizioni un punto di riferimento sia per gli operatori stranieri interessati al mercato italiano sia per le realtà nazionali desiderose di aprirsi ai nuovi mercati.”

 

E la conferma di questa crescente centralità della manifestazione nel panorama complessivo dell’industria edilizia viene anche dalle aziende partecipanti, come emerge per esempio dalle parole di Davide Desiderio, communication manager San Marco-Terreal Italia:

Siamo soddisfatti della partecipazione. Mancando a MADE expo da alcune edizioni siamo tornati con grandi aspettative che sono state pienamente confermate. Ci siamo presentati con un nuovo prodotto perché secondo la nostra filosofia le fiere hanno valore quando propongono novità. MADE expo è stata la vetrina giusta per veicolare e valorizzare tale novità in un contesto pressoché perfetto grazie ai servizi e alla capacità dell’organizzazione di attrarre le figure giuste del mondo del progetto, delle costruzioni e delle rivendite”.

 

Si aggiunge Ilaria Ferrero, managing director di Ferrerolegno:

È stato prima di tutto un evento che ha promosso un confronto non solo con i clienti, ma anche con il mondo dell’architettura italiana ed estera; sicuramente un’ottima vetrina per il lancio del rebranding di FerreroLegno e della volontà aziendale a essere aperti a nuove frontiere, ai cambiamenti che il mercato richiede, alle nuove sfide e traguardi da raggiungere. Sfide che anche MADE expo sarà in grado di affrontare nel prossimo futuro.”

 

E noi glielo auguriamo, con un arrivederci al prossimo anno.

Questo articolo parla di:

Precedente

Spazio FMG, due grandi studi per fotografare gli interni italiani

Successivo

Riscoprire il razionalismo: la raccolta di firme del MAARC

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)
Design

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)

Usanza americana utile a tastare il polso della propensione all’acquisto in vista dell’imminente shopping natalizio (il...

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra
Design

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra

Se la qualità dei prodotti Ethimo avesse mai avuto bisogno di un’ulteriore conferma, eccola: il German Design Award...

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli
Design

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli

Design sì, ma fantascientifico. Se negli ultimi tempi il pubblico sta riscoprendo la fascinazione per mondi ed entit...