Margraf presenta Marble Stories: Creating today the history of tomorrow Margraf presenta Marble Stories: Creating today the history of tomorrow
Architettura

Margraf presenta Marble Stories: Creating today the history of tomorrow

Scritto da Redazione |

19 Agosto 2016

In occasione dei 110 anni dalla sua fondazione, durante i quali si è affermata come pietra miliare dell’architettura mondiale, Margraf inaugura a Chiampo (VI) la prima edizione di Marble Stories, una rassegna internazionale con un focus su tematiche relative ad arte, design e architettura.

 

La prima edizione, chiamata #M16 (M sottolinea la manualità di Margraf e 16 l’anno corrente, ndr) sarà curata da Giulio Delvè, artista di fama internazionale, attivo tra Milano e Berlino.

 

Il tema di quest’anno sarà “una pietra tenera con anima marina”.

 

La pietra di Vicenza, detta altresì pietra tenera, si è formata dal crollo di blocchi calcarei e dal collasso della barriera corallina nelle acque calde della laguna. Dal mare ha quindi origine questo materiale naturale, alla base di opere architettoniche uniche e senza tempo.

 

Per una settimana, Margraf ospiterà 5 artisti internazionali per quella che viene definita “Residenza d’Artista”, una manifestazione in cui gli scultori avranno a disposizione 1 metro cubo di pietra di Vicenza, che potranno plasmare dalle 15 di lunedì 29 agosto alle 12 di domenica 4 settembre. Giorno in cui una giuria d’eccellenza nominerà il vincitore.

 

Le opere realizzate verranno poi esposte dal 29 settembre al 1 ottobre a Verona, durante la Fiera Internazionale Marmomacc e poi verranno vendute a un’asta di beneficenza, il cui ricavato andrà alla Fondazone Città della Speranza, da anni impegnata nella lotta contro le oncoematologie pediatriche.

 

L’obiettivo conclamato è quello di creare una piattaforma d’incontro e dialogo tra il mondo della pietra e quello dell’arte, dell’architettura e del design, ricordando l’importanza dell’uomo e della tecnologia.

Questo articolo parla di:

Precedente

Made in Cloister, a Napoli un chiostro del ‘500 diventa un laboratorio creativo

Successivo

Studio Plural, in Slovacchia la casa tra esterno e interno

Il nuovo grattacielo Gioia22 a Porta Nuova
Architettura

Il nuovo grattacielo Gioia22 a Porta Nuova

Si chiama Gioia22 il progetto per il nuovo grattacielo direzionale che sorgerà nel quartiere milanese di Porta Nuova, andando...

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)
Design

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)

Usanza americana utile a tastare il polso della propensione all’acquisto in vista dell’imminente shopping natalizio (il...

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra
Design

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra

Se la qualità dei prodotti Ethimo avesse mai avuto bisogno di un’ulteriore conferma, eccola: il German Design Award...