Milano oggi e domani: Boeri e Boschetti a confronto Milano oggi e domani: Boeri e Boschetti a confronto
Architettura

Milano oggi e domani: Boeri e Boschetti a confronto

Scritto da Redazione |

21 Giugno 2017

Parlare di Milano, parlare del futuro. All’open talk che si è tenuto giovedì 15 giugno presso lo showroom Lualdi in occasione della Milano Arch Week sono stati gli architetti Stefano Boeri e Andrea Boschetti ad aprire il dibattito su queste tematiche strettamente intrecciate, a partire dal piano regolatore del Comune di Milano e dagli sviluppi urbanistici del capoluogo lombardo in relazione con le sue periferie.

Il dialogo si è aperto sul filo delle parole di Boeri, ideatore dello spettacolare progetto Bosco Verticale:

"Mi entusiasma sempre parlare di come si può continuare a ripensare Milano, anche al di là dell’architettura. Oggi conta soprattutto lo spazio che sta tra l’architettura e le aree aperte, il verde, luoghi da riqualificare e utilizzare meglio: la città è bella anche (e soprattutto!) se questi spazi funzionano per i cittadini. Milano oggi è una città internazionale capace di attirare manifestazioni di calibro mondiale, come è stata ad esempio la prima edizione della Milano Arch Week, ed è al contempo il simbolo della "città che funziona" con un proprio passo ed una grande personalità."

Un rilancio, quello di Milano e della sua nuova carica progettuale, sottolineato anche da Boschetti, firmatario del PGT attualmente in vigore:

"Milano in questi anni ha riconquistato un’immagine positiva da un punto di vista internazionale e lo ha fatto soprattutto a partire dalla qualità dei servizi e dagli spazi pubblici. E’ in quest’ottica che si inquadra anche un’idea che trova le radici nel DNA di Milano, alla sua grande disponibilità all’accoglienza, ossia vedere la realizzazione di un palazzo di vetro che raccolga gli uffici di tutte le organizzazioni ONG del mondo.”

La conclusione è venuta dunque naturale, grazie all’intervento di Olga Lualdi, Responsabile Comunicazione Lualdi:

"All'interno di questa prima edizione di Arch Week, Lualdi è stata lieta di ospitare il talk tra Stefano Boeri e Andrea Boschetti. Evento incentrato sul futuro urbanistico di Milano, che ha permesso uno scambio di idee ed energie  che hanno un comune denominatore: "la città e il suo sviluppo". La partecipazione a questa iniziativa ha evidenziato che ognuno, nella propria specificità,  è parte di un progetto ampio e complesso che va oltre il semplice edificio o quartiere”.

Questo articolo parla di:

Precedente

L’Unione Industriale si veste di nuovo: presentato il bando di concorso

Successivo

White Arkitekter, la bath-house sospesa sull’acqua

FerreroLegno, la nuova era delle porte blindate si chiama Blyndo
Design

FerreroLegno, la nuova era delle porte blindate si chiama Blyndo

Sicurezza al primo posto, senza rinunciare all’estetica. La porta d’ingresso, confine tra interno ed esterno, tra...

A cena sott’acqua: Snøhetta crea il primo ristorante sottomarino
Architettura

A cena sott’acqua: Snøhetta crea il primo ristorante sottomarino

Al cinema torna di moda la fantascienza, ma anche l’architettura non scherza.  Lo studio d’architettura scandinavo...

Salone del Mobile.Milano Shanghai, il debutto di Giorgio Collection
Design

Salone del Mobile.Milano Shanghai, il debutto di Giorgio Collection

Tra i debutti più attesi che segneranno la prossima edizione del Salone del Mobile.Milano Shanghai, dal 23 al 25 novembre...