Renzo Piano ed Emergency uniti per l’ospedale in Uganda Renzo Piano ed Emergency uniti per l’ospedale in Uganda
Architettura

Renzo Piano ed Emergency uniti per l’ospedale in Uganda

Scritto da Redazione |

23 Febbraio 2017

Non è mai troppo tardi per gli esordi, nemmeno se si stanno per spegnere 80 candeline. Ma non è mai troppo tardi soprattutto se ci si chiama Renzo Piano e, dopo una carriera che di più non si poteva sperare, ci si ritrova a raccogliere la sfida di un progetto nobile da realizzare, per la prima volta, in Africa.

 

La sfida in questione è quella del nuovo Centro di eccellenza in chirurgia pediatrica che sorgerà in Uganda, sulle rive del Lago Victoria, per volontà di Emergency in collaborazione con gli studi Renzo Piano Building Workshop e TAMassociati (che l’anno scorso ha curato il Padiglione Italia alla Biennale di Architettura di Venezia); Milan Ingegneria si occuperà della progettazione strutturale mentre Prisma Engineering sarà impegnato nell’aspetto impiantistico.

 

Si costruirà facendo uso della terra pisè, una tecnica edilizia locale basata sull’impiego di terra cruda in grado di garantire parametri stabili in termini di temperatura e umidità; all’esterno, tanti alberi e 2600 pannelli fotovoltaici forniti da Enel Green Power: l’ospedale punta infatti a rappresentare un modello di architettura sostenibile ed ecologica, in armonia con il paesaggio e con le sue risorse.

 

All’interno della struttura ci sarà spazio per tre sale operatorie, 78 posti letto e un centro di formazione per giovani medici e infermieri ugandesi o originari delle aree limitrofe, al fine di dare una possibilità di riscatto anche alla società del posto.

 

Così Renzo Piano:
“Vogliamo utilizzare le risorse della terra, l’acqua e il sole, i migliori traguardi della modernità, quelli veri”.

Questo articolo parla di:

Precedente

CEDIT, la ceramica che racconta il tempo

Successivo

Wadden Sea Centre, l’Europa del Nord tra tradizione e modernità

Il nuovo grattacielo Gioia22 a Porta Nuova
Architettura

Il nuovo grattacielo Gioia22 a Porta Nuova

Si chiama Gioia22 il progetto per il nuovo grattacielo direzionale che sorgerà nel quartiere milanese di Porta Nuova, andando...

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)
Design

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)

Usanza americana utile a tastare il polso della propensione all’acquisto in vista dell’imminente shopping natalizio (il...

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra
Design

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra

Se la qualità dei prodotti Ethimo avesse mai avuto bisogno di un’ulteriore conferma, eccola: il German Design Award...