Ricardo Bofill firma la Mohammed VI Polytechnic University Ricardo Bofill firma la Mohammed VI Polytechnic University
Architettura

Ricardo Bofill firma la Mohammed VI Polytechnic University

Scritto da Redazione |

24 Aprile 2017

“Il progetto della Mohammed VI Polytechnic University è unico. Per le sue dimensioni. Per il suo clima. Per le sue ambizioni. Per il suo metodo. E per la serie di competenze che ha richiesto di riunire. L’industrializzazione del processo di costruzione si è dimostrata necessaria, accompagnata alla rapidità nel prendere decisioni. Le aspettative ambientali e tecnologiche, forti e legittime, sono state soddisfatte. La storia urbana locale è stata scritta oggi più che mai, ma allo stesso tempo essa rimane permeata da secoli di cultura.”

 

Con queste parole l’architetto Ricardo Bofill ha descritto la realizzazione del nuovo centro universitario di Ben Guerir, in Marocco, situato a 70 km da Marrakesh. Un progetto generato dall’attento studio della storia architettonica che ha caratterizzato nei secoli la cultura nordafricana e islamica, cercando di coniugare la ricca eredità del passato con le esigenze della modernità.

 

Arcate, percorsi coperti o semi-coperti, spazi pubblici stretti e vicini gli uni agli altri riprendono la grande tradizione dell’edilizia marocchina, che si esprime anche nell’enfatizzazione delle geometrie della grande piazza e nelle strutture variate che fungono da patio, laddove si rievocano gli sfarzi arabescati della storia arabo-andalusa.

 

Tutti questi elementi, che rappresentano l’identità antica della comunità, sono stati opportunamente aggiornati e riadattati: il campus ha una piazza centrale e un percorso pedonale pergolato, attorniato da piante di olivo, cipresso e palma, che lo attraversa da un lato all’altro, mentre i colori dell’intero complesso evocano le storiche città del deserto.

 

Avanguardia e tradizione risultano così finalmente a contatto, grazie a raffinati calcoli matematici e a sofisticate misurazioni, che hanno preso corpo su 300 000 metri quadri nelle forme dell’acciaio, del vetro e del mattone, per accogliere gli studenti di tutto il mondo.

Questo articolo parla di:

Fotografie di www.ricardobofill.com

Precedente

Lotte World Tower, a Seoul la torre dei record

Successivo

Il wine bar sul lungo fiume di Bangkok Project Studio

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)
Design

Black Friday, la casa si veste di nuovo (e di nero)

Usanza americana utile a tastare il polso della propensione all’acquisto in vista dell’imminente shopping natalizio (il...

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra
Design

Ethimo vince il German Design Award 2018: ecco le qualità di Esedra

Se la qualità dei prodotti Ethimo avesse mai avuto bisogno di un’ulteriore conferma, eccola: il German Design Award...

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli
Design

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli

Design sì, ma fantascientifico. Se negli ultimi tempi il pubblico sta riscoprendo la fascinazione per mondi ed entit...