SpazioFGM, le grandi opere di Norvegia fotografate da Ken Schluchtmann SpazioFGM, le grandi opere di Norvegia fotografate da Ken Schluchtmann
Architettura

SpazioFGM, le grandi opere di Norvegia fotografate da Ken Schluchtmann

Scritto da Redazione |

16 Giugno 2016

Trovare un punto di contatto per far interagire tra loro natura, viabilità, architettura. E’ questo, da oltre vent’anni (i primi interventi risalgono al 1994), l’obiettivo di National Tourist Routes, il programma governativo messo a punto in Norvegia che mira a valorizzare le tappe paesaggistiche più suggestive lungo i maggiori itinerari turistici del Paese, chiamando a raccolta i migliori architetti e mettendoli alla prova su progetti scenografici e innovativi.

 

Un viaggio all’insegna di costruzioni visionarie che, a partire dal 23 giugno fino al 22 luglio 2016, sarà possibile compiere a Milano, nei locali di SpazioFGM per l’Architettura, la galleria showroom facente capo ai marchi Iris Ceramiche e FGM Fabbrica Marmi e Graniti, dove verrà allestita la mostra Norway. Architecture, Infrastructure, Landscape. With photographs by Ken Schluchtmann.

 

Le grandiose opere architettoniche e artistiche concepite per incorniciare i panorami più spettacolari visibili percorrendo la linea viaria norvegese saranno protagonisti dei 22 scatti fotografici in esposizione, disposti come in una pellicola cinematografica sulla quale scorreranno immagini potenti, capaci di cogliere la relazione indissolubile che si può stabilire tra l’intervento umano e la poesia della natura, un patto di reciproca fascinazione in cui aree di servizio, passerelle e parcheggi diventano finestre d’eccezione sul mondo.

 

Accanto alle stampe fotografiche, una serie di grandi mappe del Paese consentirà ai visitatori di collocare le strutture nello spazio geografico reale, mentre sarà possibile andare alla radice dei diversi progetti grazie alla presenza in mostra di fondamentali materiali tecnici, come disegni, immagini e testi, rielaborati per risultare maggiormente accessibili al pubblico.

 

La mostra, curata da Luca Molinari e Alessandro Benetti in collaborazione con Christiane Bürklein e con il patrocinio dell’Ambasciata di Norvegia in Italia, è un modo per guardare al futuro dell’architettura da una prospettiva privilegiata e comprendere il potere avanguardistico di una progettazione che sia, come in Norvegia, sempre più in sintonia con l’ambiente.

Questo articolo parla di:

Fotografie di Ken Schluchtmann

Precedente

Flying Box Villa, arriva la casa costruita in fabbrica

Successivo

Tate Modern, apre al pubblico la nuova Switch House

Brera Design Days 2017, la città è pronta per un nuovo Umanesimo? Intervista a Cristian Confalonieri
Design

Brera Design Days 2017, la città è pronta per un nuovo Umanesimo? Intervista a Cristian Confalonieri

Un incubatore di idee e innovazione, un’assemblea di menti brillanti impegnate a progettare il futuro con il contributo...

Una villa a Cannes, la scoperta è HI-MACS
Architettura

Una villa a Cannes, la scoperta è HI-MACS

Una villa appollaiata sulle alture di Cannes, con vista panoramica sulla baia e sulle isole e una facciata altamente...

A Cersaie 2017 Treemme Rubinetterie presenta la nuova Bamboo
Design

A Cersaie 2017 Treemme Rubinetterie presenta la nuova Bamboo

Treemme Rubinetterie è una realtà imprenditoriale consolidata che da più di 40 anni offre una ricca panoramica di prodotti...