Tecno, la casa di Parigi è di Le Corbusier Tecno, la casa di Parigi è di Le Corbusier
Architettura

Tecno, la casa di Parigi è di Le Corbusier

Scritto da Redazione |

22 Giugno 2017

Tecno decide di rinnovare il suo modo di essere a Parigi, capitale europea dove l’azienda è attivamente presente dagli anni ‘70 collaborando con i principali studi di architettura, e lo fa in grande stile: sceglie infatti la sua casa parigina in Maison d’Ozenfant, la casa-atelier progettata da Le Corbusier nel 1922 per l’artista Amédée Ozenfant. 

Primo progetto residenziale di Le Corbusier, l’abitazione esprime una convergenza di intenti e ideali tra architetto e artista, diventando il “banco di prova” per quei concetti che getteranno le basi della filosofia progettuale lecorbusiana e dando vita ad un’architettura dal carattere purista, piena di luce. 

Maison Tecno è concepita per essere un luogo di relazione e incontro tra architetti, interior designer e specificatori all’interno del quale confrontarsi e trovare soluzioni innovative sui nuovi modi di lavorare e di vivere, uno spazio in cui l’azienda mette in scena il suo heritage, attraverso i pezzi che ne hanno fatto la storia, come le icone P40 di Osvaldo Borsani o il tavolo Nomos disegnato da Foster+Partners ormai diventato un classico. 

Ma qui Tecno racconta anche la sua ricerca più recente, che si esprime nel sistema io.T The Intelligence of Tecno, capace di rendere gli arredi intelligenti, nella linea di tavoli tool-free Clavis e nella famiglia di sedute responsive Vela; a questo proposito un involucro trasparente, delimitato dalle partizioni W80 e W40, funge da conference room e definisce l’ambiente esperienziale per testare le potenzialità dell’io.

Tecno Parigi vuole così confermare la propria identità di “fabbrica del progetto” che contamina la città e promuove i valori di design, eccellenza, innovazione.

Questo articolo parla di:

Precedente

White Arkitekter, la bath-house sospesa sull’acqua

Successivo

Periferie, bando del Mibact per il 2017

Fap Ceramiche, l’ultima novità si chiama Brickell
Design

Fap Ceramiche, l’ultima novità si chiama Brickell

Si chiama Brickell ed è la nuova collezione di rivestimenti in grès porcellanato firmata Fap Ceramiche nell’intento...

Marchi Cucine presenta le nuove cucine Artis e Bellagio
Design

Marchi Cucine presenta le nuove cucine Artis e Bellagio

Marchi Cucine è un marchio di eccellenza italiana che da più di quarant’anni produce cucine artigianali, in un equilibrio...

Il nuovo Aeroporto di Panama firmato Foster+Partners e Politecnica
Architettura

Il nuovo Aeroporto di Panama firmato Foster+Partners e Politecnica

Il nuovo Aeroporto Internazionale Tocumen di Panama, progettato da Foster+Partners in collaborazione con lo studio italiano...