ThE BaR, apre il locale più visionario di Lambrate ThE BaR, apre il locale più visionario di Lambrate
Architettura

ThE BaR, apre il locale più visionario di Lambrate

Scritto da Redazione |

28 Aprile 2017

Diventare un punto di riferimento per tutto il distretto milanese Ventura-Lambrate, valorizzando le radici di un quartiere storico che oggi vuole proiettarsi a pieno titolo nella contemporaneità. È questo il sogno incarnato da ThE BaR, un progetto etico ed intelligente immaginato con la volontà di generare un esteso volano comunicativo e con l’intento di trasformare il Caffè del Borgo nel centro nevralgico della zona.

Il 20 aprile scorso, giorno dell’inaugurazione, abbiamo scoperto per la prima volta le avvolgenti geometrie degli arredi che modellano ThE BaR, dando origine ad atmosfere estremamente distintive, da esplorare, che accolgono l'ospite regalandogli attimi d'intensità e di sorprendente realtà. 

Volti, bloccati nell’istante dello scatto, rendono i tavoli animati e, trasformandosi in icona, raccontano la personalizzazione dello scorrere del tempo e la possibilità di prolungare l’essenza e l’intensità dello stare bene.

Il giallo si alterna al colore nero e, mantenendo il ritmo costante, le sedute differenti si succedono, invitando l’ospite ad accomodarsi, mentre un anti-canonico sistema di boiserie veste le pareti bianche trattate con rilievo materico, dinamizzando lo spazio, impedendo il suo estendersi statico e creando giochi d'illusione e di corrispondenze di cui l’uomo si trova improvvisamente ad essere il centro.

I moduli triangolari, a volte in movimento, avvolti da un’aurea di luce blu, rifrangono le immagini ed invitano alla riflessione del proprio essere, fisico, mentale, culturale, intensificandolo e spingendolo alla socialità; tratti di colore vivace interrompono il fluire delle immagini e dei pensieri, dinamizzano il percorso, conducono all’alterazione ed all’interazione degli sguardi, dei caratteri, delle voci, inducono al dialogo.

L’esteso bancone bianco, multisfaccettato in Krion, occupa grande parte dello spazio, suddividendo l’ambiente in aree differenti e divenendo il fulcro catalizzatore dell’intera energia; il carter Tv a specchio riflette  gli spazi e le forme contribuendo al loro essere molteplici, cangianti, mai statici.

Il susseguirsi vivace ed attraente di volti e toni prosegue fino al cortile esterno, dove ampi ed eleganti ombrelloni salvaguardano l’ospite dalle variazioni del clima.

Immagini urbane scattate dal fotografo veronese Maurizio Marcato rivestono le pareti dell’area bagno, mentre gli spazi stessi del ThE Bar, fotografati, si trasformano in cartoline vintage, piccoli gadget che il visitatore porta con sé all’uscita, per tenere stretto in tasca un piccolo frammento di “diversa realtà”.

Il progetto, curato nei minimi dettagli da Simone Micheli, acquista valore anche grazie alle prestigiose partnership, tra le quali figurano nomi come Abet Laminati, AD design, Arredolegnodesign, Ave, Boffetto,  Casprini, Coex, DMP Electronics,  Forbo Flooring Systems, GLIP® the lighting partner,   GMC - Contract & Mobili, Lithos,MB Sedie, Nemes, Oikos, Orion, Sacea, Tao tessile,Treviso Made, Umbrosa

A questi si affianca il supporto tecnico di Colorcopy, Confalonieri – Gruppo Confalonieri, Cordivari Design, Frascio, Gedy,  Hornschuch - skai®, Marcheselli, Marmi Remuzzi  Bergamo, Marioni The Home Collection, Oli, Pietrelli Porte,Plastecnic, Porcelanosa Grupo, SchönhuberFranchi,Skinwall, Valsir, Vetreria Bazzanese, Visualimage

Così l’architetto Micheli:

Grazie alla collaborazione con il mio grande amico e fotografo Maurizio Marcato The BaR è divenuto un luogo esperienziale unico in cui l’uomo vive irripetibili momenti dedicati al benessere ed al gusto. The BaR è uno spazio aperto, volto alla socialità ed alla relazione, un’ambiente altro, abile nel generare un’atmosfera affascinante ed avvolgente che attrae l’ospite, facendolo sentire il centro di un luogo fatto a sua misura.

Questo articolo parla di:

Precedente

Toronto, ecco i nuovi modelli di abitazione urbana

Successivo

A Milano la X Biennale Ibero-americana

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo
Architettura

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo

Siamo sulla pittoresca isola greca di Creta, distesa sulle acque del Mar Egeo. Qui, lo studio di progettazione Elastic...

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco
Design

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco

Anche il brand Déco, nato nel 2010 e forte di un incremento del proprio fatturato pari al 60% solo nell’ultimo anno, partecipa...

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre
Architettura

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre

Un luogo unico per lavorare, un vasto spazio trasparente e luminoso, aperto verso l’esterno, un intervento rispettoso...