Una nuova Town Hall per Saint Jacques de la Lande Una nuova Town Hall per Saint Jacques de la Lande
Architettura

Una nuova Town Hall per Saint Jacques de la Lande

Scritto da Redazione |

10 Maggio 2016

Un progetto innovativo, per mettere al centro i cittadini. Non poteva che essere concepito così il nuovo municipio di Saint Jacques de la Lande, nella verdeggiante Bretagna francese. Ad occuparsene è stato lo studio d’architettura LAN (Local Architecture Network), fondato nel 2002 da due architetti di differente nazionalità ma depositari della medesima visione, l’italiano Umberto Napolitano e il francese Benoit Jallon.

 

Esplorando le potenzialità insite in un’idea di architettura urbana per nulla autocelebrativa, ma orientata verso il benessere della comunità cittadina, il duo creativo ha voluto concretizzare il progetto di un edificio istituzionale capace di integrarsi perfettamente con il contesto paesaggistico ed edilizio circostante, in continuo dialogo con la vita quotidiana delle persone.

 

Innanzitutto, la scelta è stata quella di focalizzarsi sull’area antistante il fabbricato vero e proprio, una piazza di relazione e interazione messa a disposizione dei fruitori, su più livelli e dotata di un piano sopraelevato destinato a svolgere la funzione di belvedere, al di sotto del quale sono collocati alcuni degli uffici comunali, nell’intento di fondere spazio pubblico e ambiente amministrativo.

 

La struttura presenta un rivestimento “a doppia pelle”, laddove la parte esterna è costituita da una lamiera d’acciaio avente un ruolo protettivo rispetto all’irraggiamento solare, mentre il secondo involucro, più consistente, è funzionale a garantire ottimi standard di prestazioni energetiche.

 

Per quanto riguarda la distribuzione degli spazi interni, al piano terra si trovano la hall principale e la sede degli uffici adibiti ai servizi per i cittadini; ai piani successivi sono collocate invece l’aula a disposizione del consiglio e la sala dedicata alla celebrazione dei matrimoni; l’ultimo livello ospita infine gli uffici comunali veri e propri.

 

Aree tecniche e sistemi di collegamento verticali si articolano attorno ad un nucleo centrale, punto di riferimento nella pianificazione spaziale degli uffici che presentano caratteristiche modulari e qualità di grande flessibilità, rendendoli particolarmente duttili, anche in prospettiva di interventi futuri relativi alla dislocazione di ambienti e competenze.

 

Si tratta dunque di una Town Hall dal design contemporaneo e a basso impatto, attenta al rapporto tra politica e comunità, per fondare una nuova concezione del vivere urbano.

Questo articolo parla di:

Fotografie di Julien Lanoo

Precedente

Banca di Pisa, la nuova sede a Fornacette

Successivo

Flat Copper, un edificio residenziale al centro delle comunicazioni parigine

Baleri Italia, il restyling di Bill e Horizon
Design

Baleri Italia, il restyling di Bill e Horizon

Quella di Baleri Italia, azienda nata negli anni Ottanta e firma di prodotti iconici tra quelli che hanno fatto la storia del...

La casa-libreria di Barcellona
Architettura

La casa-libreria di Barcellona

Una scrittrice bibliofila cerca casa a Barcellona. Quale dimora immagina per sé e per i suoi libri? Probabilmente quella...

Arketipo Firenze presenta Barracuda
Design

Arketipo Firenze presenta Barracuda

Tradizione artigianale ed estetica profondamente italiane unite alla carica innovativa che conduce verso orizzonti di...