ARPER presenta il nuovo showroom di Tokyo ARPER presenta il nuovo showroom di Tokyo
Design

ARPER presenta il nuovo showroom di Tokyo

Scritto da Redazione |

21 Novembre 2016

Arper è una realtà imprenditoriale in forte crescita, con un fatturato di 67 milioni di euro nel 2015, in aumento del 23% rispetto al 2014, e una previsione di fatturato per il 2016 di oltre 70 milioni di euro.

La sua specializzazione nella produzione design destinata al settore contract è stata la base da cui partire per esportare la migliore cultura manifatturiera Made in Italy nel mondo, al tal punto che oggi Arper è un’azienda internazionale che arriva a contare quattro consociate (Arper Usa, Arper Uk, Arper Middle East e ora anche Arper Japan), due branches (Sweden e Singapore) e 12 showroom nelle principali capitali mondiali: Milano, Londra, Colonia, Stoccolma, Amsterdam, Oslo, Copenhagen, New York, Chicago e Dubai con l’in-house showroom presso gli Headquarters di Treviso e il nuovo showroom nipponico.

 

Il 17 novembre 2016 ha infatti aperto la nuova sede di Tokyo, la cui inaugurazione segna la svolta del brand vero i mercati dell’Estremo Oriente, Giappone, Corea del Sud e Taiwan, sempre più attratti dal design di marca italiana.

 

Così Claudio Feltrin, Presidente e Amministratore Delegato di Arper:

“Siamo onorati di essere qui, la cultura giapponese è fonte d’ispirazione nel nostro approccio al design e si riflette nella realizzazione dei nostri prodotti. Le collezioni Arper sono il risultato di un processo creativo che definiamo “la ricerca dell’essenziale”: forme uniche e semplici, che siano capaci di esprimere un’eleganza senza tempo. Oggetti che sembrano frutto di una creazione spontanea, ma che invece sono il risultato di una ricerca rigorosa e precisa. In questo approccio progettuale sentiamo di riconoscerci e di condividere profondamente i valori e le regole formali espressi dalla cultura giapponese. Allo stesso tempo Arper affonda le proprie radici nella cultura mediterranea: i colori e la luce, la giocosità e la creatività, la ricerca di unitarietà sono profondamente radicate nel nostro modo di essere e ci identificano nei prodotti che realizziamo.”

 

Lo showroom di Tokyo, situato nel distretto del design e del lusso di Aoyama, sarà anche la sede della consociata del Gruppo, Arper Japan K.K., che supervisionerà vendite e operations a copertura dei mercati d’estremo oriente: Giappone, Corea del Sud e Taiwan.

Tra le collezioni che verranno presentate a Tokyo ci saranno le novità del 2016: Catifa, la collezione di sedute icona di Arper, quest’anno lanciata nelle sue nuove edizioni per le versioni 46 e 53, i pannelli decorativi e fonoassorbenti Parentesit, in versione Free Standing e Wall Mounted, e il sistema di tavoli Meety tutti disegnati dallo studio Lievore Altherr Molina

Lo showroom (300 metri quadri articolati su due piani) ospiterà inoltre prodotti rappresentativi del brand come Kinesit, la prima seduta operativa di Arper, la sedia in polipropilene  Juno di James Irvine, il divano Steeve di Jean-Marie Massaud, il tavolo Cross dello studio Metrica, il tavolo Nuur di Simon Pengelly, vincitore del prestigioso premio internazionale Compasso d’Oro.

Una panoramica emblematica dei valori che hanno reso Arper un marchio di qualità e provata affidabilità, grazie alle sue collezioni versatili e contemporanee, adatte a tutti gli spazi che si identificano in uno stile sofisticato e innovativo.

Questo articolo parla di:

Precedente

Oscar, ecco la nuova stufa firmata Palazzetti

Successivo

Rashomon Bar, lo stile industriale vince nella capitale

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli
Design

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Si riaccendono le luci (finalmente, verrebbe da dire, visti gli ultimi 40 anni di inattività) sul palcoscenico del Sociale di...

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli
Architettura

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli

Risale a questa primavera l’inaugurazione della nuova SPA di Portopiccolo, un intervento che arricchisce l’offerta...

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher
Design

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Nell’ambito del suo impegno per la valorizzazione del design danese, il brand Carl Hansen & Son aggiunge un’altra...