Bompani a Milleluci: le parole dell’ad Enrico Vento Bompani a Milleluci: le parole dell’ad Enrico Vento
Design

Bompani a Milleluci: le parole dell’ad Enrico Vento

Scritto da Redazione |

29 Settembre 2017

Un viaggio nella grande filmografia del Novecento passando attraverso le icone che hanno segnato gli Anni Settanta, gli anni in cui due indimenticabili Mina e Raffaella Carrà condussero lo show destinato a diventare il varietà per eccellenza e che oggi presta il nome ad uno degli eventi più attesi di Cersaie 2017: Milleluci – Italian Style Concept, la mostra dove si alternano dieci set scenografici messi a punto da Davide Vercelli e Angelo Dall’Aglio con il contributo di alcune delle più brillanti realtà imprenditoriali Made in Italy. 

 

Tra queste aziende in grado di unire l’innovazione alla fantasia non poteva mancare la modenese Bompani, che ha preso parte al set dedicato a Mel Brooks e al suo iconico Frankestein Junior con prodotti realizzati appositamente per l’occasione: una cucina e una cappa con finitura Corten, soluzione adottata da grandi archistar per le proprie creazioni moderne ma anche per il Golden Bridge di San Francisco; un frigorifero rivestito in Alpi Kord, una pregiata finitura in legno usata nell’arredamento. 

Un progetto che è dunque completamente personalizzato, perfetto per dimostrare come sia possibile realizzare, rigorosamente in Italia, prodotti elettrodomestici con materiali, finiture o colori speciali, tali da offrire ad arredatori e designer elementi coordinabili e su misura. 

Ce lo ha raccontato con entusiasmo proprio Enrico Vento, amministratore delegato di Bompani, che abbiamo intercettato durante la fiera: 

“Bompani è qui perché crede nel Made in Italy e crede che questa sia una grandissima occasione dove l’eccellenza del nostro paese e della nostra industria viene espressa in un contesto in cui ricordiamo la nostra storia cinematografica. C’è un contesto che permette di giocare con la fantasia. Bompani si trova nello stand legato a Frankenstein Junior, quello del Si. Può. Fare!, che è un po’ il mantra della nostra iniziativa in questo momento: significa che l’azienda Bompani può fare tutto quello che il cliente desidera. 

In particolare, nella cucina, nella cappa o nell’elettrodomestico introduciamo l’utilizzo di un materiale differente. È il Corten, che è un particolare tipo di acciaio (paradosso materico) utilizzato di solito dagli architetti per altre cose. È frutto di un’ossidazione controllata, richiama molto la ruggine, ma è ruggine voluta che protegge dalla ruggine. Nel tempo prende colori diversi, si scalda e si personalizza. 

Il nostro obiettivo è di portare questo format anche all’estero, dove l’azienda Bompani è molto apprezzata. Con un duplice scopo: far conoscere Bompani, certo, ma soprattutto le aziende italiane.” 

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Cersaie e Milleluci: ciak si gira la Bologna Design Week

Successivo

Ceramiche Keope a Cersaie 2017, intervista al marketing manager Alessandro Loschi

DEGW, il nuovo intervento per Sky Italia
Architettura

DEGW, il nuovo intervento per Sky Italia

Continua la collaborazione tra Sky Italia e DEGW, brand del Gruppo Lombardini22 dedicato alla progettazione integrata di...

Sadoru e Hub, ecco le novità di Porro per la zona notte
Design

Sadoru e Hub, ecco le novità di Porro per la zona notte

Porro, azienda specializzata nella produzione di complementi d’arredo e conosciuta nel mondo per l’alta qualità nella...

Made in Italy, il futuro è “bedding”
Design

Made in Italy, il futuro è “bedding”

Cultura del benessere, del buon vivere, del riposo. Basta poco per rievocare i piaceri dell’italian way of life...