Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher
Design

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Scritto da Redazione |

20 Ottobre 2017

Nell’ambito del suo impegno per la valorizzazione del design danese, il brand Carl Hansen & Son aggiunge un’altra poltrona alla collezione di mobili firmati Ole Wanscher: la OW124, più nota come Beak Chair, progettata da Wanscher nel 1951 e presentata lo stesso anno in occasione della mostra Copenhagen Cabinetmakers’ Guild Furniture Exhibition, assecondando una visione estetica così innovativa da risultare ancora attualissima. 

Questa poltrona è un elegante esempio del design scultoreo di Wanscher, anche grazie ai peculiari braccioli a forma di becco a cui si ispira il nome stesso della poltrona, e sa incarnare la conoscenza magistrale delle tecniche di lavorazione dei mobili e l’impegno costante di Wanscher per la sperimentazione nel campo del design. 

Con i suoi caratteristici braccioli, che sporgono dal telaio portante, la Beak Chair richiede l’utilizzo di materiali pregiati e un artigianato esemplare: gli elementi curvi della poltrona sono perfettamente integrati in un’unica struttura organica e solo gli intarsi laterali dei braccioli sono visibili, come dettaglio elegante, funzionale e decorativo che ricorda l’occhio di un volatile. 

Disponibile in quercia, quercia dipinta di nero o noce con rivestimento in tessuto o pelle, la Beak Chair, realizzata con materiali naturali e sostenibili, permette ai clienti di personalizzare la poltrona, creando il modello che meglio si adatta ad interni classici o moderni, sia per gli estimatori di Wanscher, sia per chi voglia semplicemente aggiungere un pezzo d’arredamento unico dalla forma scultorea. 

Ecco le parole di Knud Erik Hansen, CEO di Carl Hansen & Son: 

La poltrona incarna il desiderio e l’abilità di Wanscher di esplorare materiali e forme. I braccioli apparentemente fluttuanti sono progettati con tale precisione ed eleganza da sembrare naturali estensioni del resto della struttura. È qui che Wanscher dimostra pienamente la sua profonda conoscenza dei materiali. La Beak Chair è l’aggiunta perfetta alla collezione di mobili Carl Hansen & Son firmati Wanscher, che include anche la Colonial Series, una delle nostre serie di mobili più vendute al mondo. Siamo sicuri che la Beak Chair renderà ancora più evidente il talento unico di Wanscher.” 

Carl Hansen & Son ha lavorato a stretto contatto con gli eredi di Wanscher per ricreare la Beak Chair in linea con i disegni originali di Wanscher. Conclude così Hansen:

 “Ole Wanscher è stato un designer abile e versatile, e ha progettato magnifici mobili che purtroppo non hanno ottenuto il riconoscimento che senza dubbio meritano. Carl Hansen & Son presenta ora la Beak Chair insieme ad altri progetti di Wanscher, che saranno finalmente disponibili in tutto il mondo grazie alla nostra rete internazionale di vendita.”

Non è mai troppo tardi per celebrare i maestri del design.

Questo articolo parla di:

Precedente

Brera Design Days, vincono i giorni della Milano innovativa

Successivo

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli
Design

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli

Design sì, ma fantascientifico. Se negli ultimi tempi il pubblico sta riscoprendo la fascinazione per mondi ed entit...

Novy presenta la cappa Panorama
Design

Novy presenta la cappa Panorama

Presentata in anteprima al SICAM 2017, il Salone Internazionale dei Componenti, degli Accessori e dei Semilavorati per...

Lo studio in cappella: la nuova sede di Klaarchitectuur
Architettura

Lo studio in cappella: la nuova sede di Klaarchitectuur

Sarà che l’architettura è per loro una questione di vocazione, ma gli architetti dello studio Klaarchitectuur hanno...