Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli
Design

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Scritto da Redazione |

20 Ottobre 2017

Si riaccendono le luci (finalmente, verrebbe da dire, visti gli ultimi 40 anni di inattività) sul palcoscenico del Sociale di Camogli, uno straordinario esempio di teatro all’italiana a pianta a ferro di cavallo riaperto lo scorso anno e costruito tra il 1874 e il 1876, in quella che un tempo veniva definita la “Città dei mille bianchi velieri”. 

Il teatro, progettato dall’architetto Salvatore Bruno, conserva ancora oggi la sua architettura originale con i suoi quattro ordini di palchi, il loggione e gli stucchi fino al soffitto, riconsegnando alla cittadina ligure un luogo d’incontro di inestimabile valore. 

Per questo ambizioso progetto curato dagli Studi Berlucchi di Brescia e Arassociati di Milano, Catellani & Smith ha fornito una serie di lampade dallo straordinario impatto scenografico, come il grande disco dorato che nasconde al suo interno un’anima luce di Light Contract, che ha curato insieme ai progettisti l’intero piano illuminotecnico del Sociale: una vera e propria scultura che sovrasta la platea e i quattro palchi della sala del teatro, integrandosi in modo coerente e armonico con lo spazio circostante. 

Dall’ingresso sino all’entrata della sala, invece, Catellani & Smith dà il benvenuto al pubblico con le spettacolari lampade a sospensione Macchina della Luce: grazie alla struttura composta da dischi rivestiti in foglia color oro, Macchina della Luce “disegna” cerchi di luce e ombra sui preziosi soffitti decorati, dando calore al rivestimento in marmo bianco e nero che predomina lo spazio. 

Un omaggio alla grandezza del passato, una speranza luminosa per il futuro.

Questo articolo parla di:

Precedente

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Successivo

Lago presenta il tavolo Vertigo

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli
Design

Macrocosmos, la fantascienza design di Alessandro Zambelli

Design sì, ma fantascientifico. Se negli ultimi tempi il pubblico sta riscoprendo la fascinazione per mondi ed entit...

Novy presenta la cappa Panorama
Design

Novy presenta la cappa Panorama

Presentata in anteprima al SICAM 2017, il Salone Internazionale dei Componenti, degli Accessori e dei Semilavorati per...

Lo studio in cappella: la nuova sede di Klaarchitectuur
Architettura

Lo studio in cappella: la nuova sede di Klaarchitectuur

Sarà che l’architettura è per loro una questione di vocazione, ma gli architetti dello studio Klaarchitectuur hanno...