Cersaie e Milleluci: ciak si gira la Bologna Design Week Cersaie e Milleluci: ciak si gira la Bologna Design Week
Design

Cersaie e Milleluci: ciak si gira la Bologna Design Week

Scritto da Redazione |

29 Settembre 2017

Non solo Cersaie. Anche quest’anno la più importante fiera italiana dedicata ai settori della ceramica e dell’arredo bagno conquista spazi, allargandosi alla città che la ospita: è la Bologna Design Week, la manifestazione internazionale dedicata alla promozione della cultura del design in Emilia-Romagna. 

Organizzata nel centro storico della città di Bologna, la Bologna Design Week è un evento che ha lo scopo di mappare e riunire in un progetto integrato di comunicazione le eccellenze culturali, formative, creative, produttive e distributive del territorio; in questo senso, il processo di mappatura avviene attraverso principi di co-design, di progettazione partecipata. 

Qui Enrico Maria Pastorello, general manager BDW, e Alessio Conti, social media manager BDW.

Giunta ormai alla terza edizione i numeri e le iniziative della Bologna Design Week sono sempre più entusiasmanti:  150 partecipanti, 30.000 design guide distribuite, tra Fiera e centro città, oltre 150 eventi,  40 mostre, 20 tra workshop, premiazioni di contest, design talk e convegni, disseminati  in palazzi storici, musei, gallerie d’arte e showroom e in cinque location principali: Palazzo Isolani, Ex Ospedale dei Bastardini, Galleria Cavour, Palazzo Pepoli Campogrande - Pinacoteca Nazionale di Bologna, la Chiesa sconsacrata di Santa Maria della Neve. 

Tra gli eventi più importanti si è distinta quest’anno la “Design Night”, in collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna, che ha acceso il centro storico con mostre, installazioni e cocktail in gallerie, showroom, bistrot  e atelier partecipanti alla Bologna Design Week. 

Si sono svolti in questo contesto gli aperitivi a Palazzo Isolani ed all’ex Ospedale dei Bastardini; l’inaugurazione della mostra collettiva “Milleluci - Italian Style Concept”, a cura di Davide Vercelli e Angelo Dall’Aglio; la realizzazione dei due set “La dolce vita” e “Colazione da Tiffany” in grado di porsi come veri e propri “gate” di Cersaie nel Quadrivio di Galleria Cavour, storico punto d'incontro tra arte, moda e design, sottolineando appunto il legame tra la manifestazione fieristica e la Bologna Design Week. 

 

A.N.G.E.L.O. Vintage Palace, partner della mostra, è stato protagonista dello styling dei set cinematografici che hanno affiancato i prodotti delle aziende di arredo, dell’arredo bagno e dell’illuminazione, dando un’interpretazione in stile vintage e mettendo in evidenza l’interdipendenza fra design e sartoria. 

Davanti  ad ogni set una campana sonora ha fatto immergere i visitatori nell’atmosfera del film con la relativa colonna musicale, tanto che fino al 29 settembre anche la musica di Galleria Cavour rimane in tema “Milleluci”. E la città si trasforma in un film (di design). 

Questo articolo parla di:

Precedente

Progress Profiles a Cersaie 2017, intervista a Dennis Bordin

Successivo

Bompani a Milleluci: le parole dell’ad Enrico Vento

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli
Design

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Si riaccendono le luci (finalmente, verrebbe da dire, visti gli ultimi 40 anni di inattività) sul palcoscenico del Sociale di...

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli
Architettura

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli

Risale a questa primavera l’inaugurazione della nuova SPA di Portopiccolo, un intervento che arricchisce l’offerta...

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher
Design

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Nell’ambito del suo impegno per la valorizzazione del design danese, il brand Carl Hansen & Son aggiunge un’altra...