Così riparte il design italiano Così riparte il design italiano
Design

Così riparte il design italiano

Scritto da Redazione |

05 Settembre 2016

Pare che la crisi sia davvero finita, per il design italiano. Almeno questo è ciò che suggeriscono i dati forniti di recente da Paolo Lobetti per Ernest and Young, nei quali si legge a chiare lettere come la ripresa del settore dopo anni di difficoltà si accinga a diventare un fatto d’importanza strategica per il rilancio dell’economia italiana.

 

In effetti, se si tiene presente che il flusso di visitatori accolti durante l’ultimo Salone del Mobile di Milano ha raggiunto la soglia delle 370 000 unità, non stupisce che per questo 2016 si preveda un aumento di fatturato complessivo pari al 3,5%.

 

Una crescita notevole che, in sintonia con le ultime tendenze del commercio internazionale, si concentra in particolar modo sulle piattaforme di vendita online, specialmente per quanto riguarda l’esportazione all’estero: il design è infatti arrivato a coprire circa il 3% dell’intero traffico di e-commerce mondiale.

 

Di fronte ad un quadro così promettente, gli obiettivi per il futuro sono sostanzialmente due: da un lato, tagliare entro il 2020 il traguardo del miliardo di euro di fatturato totale, di cui ben 500 milioni provenienti dalle piazze commerciali straniere; dall’altro, prestare maggiore attenzione ai gusti e alle esigenze dei Millennials, ossia di quella generazione di giovani nati a partire dalla seconda metà degli anni 80, oggi sempre più sensibili all’innovazione in campo progettuale e attivissimi sui social network, un canale di comunicazione destinato a diventare per le aziende sempre più cruciale.

Questo articolo parla di:

Precedente

Adopt an object, la campagna di raccolta fondi del nuovo London Design Museum

Successivo

Ritmonio, il cemento protagonista nella rubinetteria design

FerreroLegno, la nuova era delle porte blindate si chiama Blyndo
Design

FerreroLegno, la nuova era delle porte blindate si chiama Blyndo

Sicurezza al primo posto, senza rinunciare all’estetica. La porta d’ingresso, confine tra interno ed esterno, tra...

A cena sott’acqua: Snøhetta crea il primo ristorante sottomarino
Architettura

A cena sott’acqua: Snøhetta crea il primo ristorante sottomarino

Al cinema torna di moda la fantascienza, ma anche l’architettura non scherza.  Lo studio d’architettura scandinavo...

Salone del Mobile.Milano Shanghai, il debutto di Giorgio Collection
Design

Salone del Mobile.Milano Shanghai, il debutto di Giorgio Collection

Tra i debutti più attesi che segneranno la prossima edizione del Salone del Mobile.Milano Shanghai, dal 23 al 25 novembre...