Emilio Genovesi racconta Materials Village 2017 Emilio Genovesi racconta Materials Village 2017
Design

Emilio Genovesi racconta Materials Village 2017

Scritto da Giulia Guerra |

30 Marzo 2017

Emilio Genovesi è un professionista che non ha bisogno di presentazioni. Dopo aver maturato decenni di esperienza nel settore del design e della strategia d’impresa, dal 2007 è CEO di Material ConneXion Italia, il più importante network internazionale di consulenza sui materiali e sui processi produttivi innovativi e sostenibili, con sede negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. In occasione della Milano Design Week, Material ConneXion promuove anche quest’anno l’imperdibile appuntamento di Materials Village, presso gli spazi di Superstudio Più nel cuore del Tortona Design District. Sarà l’occasione per favorire la nascita relazioni di business tra le aziende, studiare gli strumenti e i fenomeni più innovativi, riflettere sul tema del colore e affrontare la sfida della Smart City. Ecco le anticipazioni di Genovesi in esclusiva per noi.

 


Materials Village 2017 è uno degli eventi più attesi del Fuori Salone: cosa può anticiparci, a poche settimane da debutto?

“Saremo sempre a Superstudio anche se su un'area più vasta. Presenteremo anche quest'anno un mix vario di aziende: uniremo famose multinazionali come 3M (che, dopo la collaborazione con Boeri nel 2016, presenterà un’installazione curata da Patricia Urquiola) o IBM, che mostrerà tante news di tecnologia a interessanti medie aziende italiane come Oltremateria , XLight o Tileskin. Poi ci saranno aziende francesi come Elitis (da tre anni con noi) o Gerflor e spagnole come Naturtex. Anche quest'anno manterremo inoltre una parte dedicata al green, mentre la new entry del 2017 sarà la mostra New Materials for a Smart City.”

 

Anche quest’anno dunque la location prescelta coincide con gli spazi di Superstudio Più in Via Tortona: quali sono le ragioni di questa collaborazione così solida?

“Il Fuori Salone di Superstudio è nato tanti anni fa e Superstudio rimane una location molto frequentata dai buyer e dalla stampa internazionale. Inoltre, con l'apertura di MUDEC e dello spazio BASE dedicato ai giovani dal Comune, quei 500 metri di Via Tortona sono ridiventati forse la best location del Fuori Salone.”

 


Al centro dell’attenzione ci sarà anche il tema della Smart City: come lo declinerete?

“Come abbiamo detto, quest'anno presenteremo all'interno del Village la mostra New Materials for a Smart City dedicata al tema. Nella mostra saranno  esposti non solo tante soluzioni materiali innovative per le nostre città del futuro , ma anche molte soluzioni tecnologiche presentate da aziende all'avanguardia nel mondo. Il Comune di Milano patrocina l'evento e l'assessore Tajani sarà presente all'inaugurazione; durante la settimana poi, su questi temi, organizzeremo un panel di dibattiti. Continuiamo così in un percorso che ci vede affiancare sempre ad una parte del Village più business-oriented una parte più dedicata a ricerca e innovazione. Non solo design, quindi.”

 

Quest’anno gli eventi organizzati da Superstudio saranno uniti sotto il titolo “Time to Color”: come avete pensato di conciliare le suggestioni del colore con l’innovazione dei materiali?

“Non credo ci vogliano suggestioni particolari per unire materiale e colore. I materiali compongono il mondo che ci circonda e lavorano con i cinque sensi. La relazione con il colore e l'abbinamento tra vista, tatto ed olfatto, tanto per citarne tre, sono alla base di tanti progetti.

Una delle branche più importanti della progettazione dei materiali è peraltro il CMF (Colour Material Finishing), la scienza relativa finitura colore dei materiali.

Anche l'assenza di colore, il colore monotono o il bianco sono un aspetto della progettazione del colore,  un aspetto che sarà non a caso presente in tanti progetti o installazioni anche di questo Fuori Salone.”

 

Che cosa si aspetta Material Connexion da Materials Village 2017?

“Materials Village e' nato per offrire alle aziende di materiali, e soprattutto a quelle con meno mezzi, la possibilità di essere visibili nel Fuori Salone e sfruttare al meglio questa occasione per il loro business. Dopo quattro anni di lavoro  le conferme che abbiamo dalle aziende ci rafforzano nell'opinione che stiamo lavorando bene, forse più lontani di altri dalle star mediatiche del design ma più vicini alla concretezza dello sviluppo dei mercati.

A settembre 2017 saremo anche a Maison&Object come partner di un nuovo progetto che la fiera parigina sta lanciando sui temi dell'architettura e della relazione tra innovazione e design. Anche questa nuova partnership ci fa ben sperare per il futuro.”

Questo articolo parla di:

Precedente

Circle.Tech, oltre la solita cappa

Successivo

Design Week, l’artigianalità di Sardegna sbarca in Triennale

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo
Architettura

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo

Siamo sulla pittoresca isola greca di Creta, distesa sulle acque del Mar Egeo. Qui, lo studio di progettazione Elastic...

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco
Design

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco

Anche il brand Déco, nato nel 2010 e forte di un incremento del proprio fatturato pari al 60% solo nell’ultimo anno, partecipa...

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre
Architettura

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre

Un luogo unico per lavorare, un vasto spazio trasparente e luminoso, aperto verso l’esterno, un intervento rispettoso...