Equilibrio e natura alla base del candelabro di Laura Bin Equilibrio e natura alla base del candelabro di Laura Bin
Design

Equilibrio e natura alla base del candelabro di Laura Bin

Scritto da Redazione |

16 Agosto 2016

Si chiama “The Rising Balance Candleholder” ed è il nuovo prodotto del duo di designer Laura Bin. Non un semplice portacandele, come potrebbe sembrare a primo impatto, ma un vero e proprio simbolo della dinamica che da sempre coinvolge terra e fuoco.

 

Impostato in un’apparente posizione di equilibrio, il candelabro è composto da tre parti in ottone, tagliate con l’acqua prima di essere levigate, lucidate e piegate a mano.

 

Una struttura con due poli, dove da una parte c’è la candela e dall’altra una roccia vulcanica circolare di basalto. La parte più bella di questo incredibile prodotto di design è la dinamica che si innesta una volta che la combustione inizia a fare il suo corso. Mentre la fiamma arde, la candela diventa sempre più leggera, spingendo al movimento il braccio del candelabro.

 

Una posizione, comunque, di costante equilibrio.

 

Creato dal duo Laura Klinkenberg e Bin Xu, The Rising Balance Candleholder è il primo prodotto di design realizzato per il pubblico.

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Gli sgabelli componibili di Luke Gorden

Successivo

Gran Kobi, la seduta in acciaio firmata Alias

Kym’s, a Londra si cena all’ombra del ciliegio
Architettura

Kym’s, a Londra si cena all’ombra del ciliegio

Il fascino millenario della cultura cinese trova a Londra il suo nuovo tempio. Nel centro della capitale britannica sorge...

G.T.Design, i tappeti Luoghi a IOC Office New York
Design

G.T.Design, i tappeti Luoghi a IOC Office New York

Quanto è importante la componente tessile in un progetto d’interior design? G.T.Design, con i suoi 40 anni di storia e...

Il nuovo Sistema di Controllo del Freddo firmato Abimis
Design

Il nuovo Sistema di Controllo del Freddo firmato Abimis

Presentato in occasione del Salone del Mobile 2018, il nuovo Sistema di Controllo del Freddo firmato Abimis riflette l’idea...