Ethimo, la novità si chiama Clostra Ethimo, la novità si chiama Clostra
Design

Ethimo, la novità si chiama Clostra

Scritto da Redazione |

20 Aprile 2017

Si chiama Clostra, è una schermatura dotata di grande originalità e costituisce una vera e propria novità entrata a far parte della gamma di accessori delle collezioni Ethimo.

 

Progettata da Emmanuel Gallina, Clostra nasce dall’incontro tra due materiali, teak e alluminio, mentre la sua forma è ispirata alle trame e alle venature delle foglie; le doghe di teak naturale giocano su due livelli, suscitando un senso di profondità e trasparenza.

 

La base può essere inoltre completata con una fioriera per creare l’illusione di una parete verde, ideale anche per innalzare il grado di privacy; inoltre la schermatura, con i suoi tratti grafici, è disponibile in due forme e dimensioni e si presta sia all’utilizzo domestico che contract.

 

L’eleganza e la versatilità del sistema a pannelli modulari Clostra fa della nuova proposta firmata Ethimo un complemento d’arredo dal forte potenziale, utile per ripararsi o dividere spazi sia interni sia esterni, all’insegna dell’alto valore design.

Questo articolo parla di:

Precedente

Melogranoblu, la luce degli chef allo Yu Yue Lou Restaurant di Taiwan

Successivo

Kale Italia, le novità a Coverings 2017

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo
Architettura

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo

Siamo sulla pittoresca isola greca di Creta, distesa sulle acque del Mar Egeo. Qui, lo studio di progettazione Elastic...

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco
Design

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco

Anche il brand Déco, nato nel 2010 e forte di un incremento del proprio fatturato pari al 60% solo nell’ultimo anno, partecipa...

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre
Architettura

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre

Un luogo unico per lavorare, un vasto spazio trasparente e luminoso, aperto verso l’esterno, un intervento rispettoso...