HI-MACS protagonista alla Design Week HI-MACS protagonista alla Design Week
Design

HI-MACS protagonista alla Design Week

Scritto da Redazione |

29 Marzo 2017

Alla prossima Milano Design Week, la pietra acrilica HI-MACS si diffonde in tutti i ‘district’ della città, per dimostrare la sua totale flessibilità di lavorazione e la possibilità di personalizzazione potenzialmente infinita per forme e finiture, all’insegna della qualità.

 

Le speciali caratteristiche di HI-MACS ne hanno fatto un materiale utilizzato negli anni dai progettisti più famosi, tra cui Zaha Hadid, Jean Nouvel, Rafael Moneo, Karim Rashid e David Chipperfield, e numerose aziende tra cui Aran Cucine, Alivar, Novy, Busnelli, MDF Italia, Scavolini e molte altre.

 

Così, al Salone e al Fuorisalone HI-MACS si presenterà come il top di un tavolo, ora come il materiale sperimentale per un’installazione luminosa, ora come la superficie di una cucina, giocando con una versatilità davvero senza pari.

 

In particolare, tra i protagonisti del Salone, incontreremo Buff Table, disegnato da Joel Karlsson; Tulip Lamp, opera di Pierre Cabrera; Santini, il quiet point per spazi commerciali creato da Vladimir Ambroz per A.M.O.S. Design; WineOLED, la lampada da vino di Deslabs.

 


Per quanto riguarda invece il Fuori Salone, con il progetto EnLIGHTen lo studio olandese Thier&vanDaalen presenta una monografica in cui SOLID/LIQUID, una delle idee esposte, non è solo una collezione di piatti utilizzabili anche a scopo decorativo, ma un vero e proprio studio dei pattern, delle forme e dei materiali (HI-MACS e legno), per creare originali interazioni con il cibo servito.

 


Ancora, all’interno dell’ex sede della Fabbrica dei profumi, oggi prestigioso hotel, ecco Kasa Karim, l’iniziativa di Magna Pars Event: un appartamento che in realtà si rivela essere una mostra monografica dedicata a Karim Rashid, il cui segno inconfondibile si ritrova anche nella cucina Karan, di Rastelli Cucine, che viene qui mostrata con top in HI-MACS.

 

Torna poi Transitions, il progetto di Baars & Bloemhoff che riunisce sei progettisti olandesi in una mostra sperimentale e decorativa, dedicata allo studio dei materiali e al loro percorso da elementi grezzi a oggetti di interior design, in cui è stato fondamentale proprio l’apporto di HI-MACS.

 

A Fuorisalmone, l’evento controcorrente della Design Week, sarà invece Franco Eccel a presentare la collezione ‘Tzero – Made from HI-MACS’: tavoli realizzati con scarti provenienti dall’architettura e dall’interior design, assemblati con speciali collanti che diventano elemento distintivo del decoro.

 

Infine, tra i complementi nella mostra monografica di Basten Leijh, #HOWAREYOU, anche una collezione di tavolini, ripiani, corpi illuminanti e librerie su più altezze, che combinano la leggerezza e lucentezza del metallo tubolare alla stabilità e al corpo delle superfici in HI-MACS, in legno e in marmo.

 

Con HI-MACS alla Design Week c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Questo articolo parla di:

Precedente

Catellani & Smith, gli eventi e il design del Fuori Salone

Successivo

Giovanni Grassi su Space&Interiors: l’obiettivo è essere protagonisti

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo
Architettura

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo

Siamo sulla pittoresca isola greca di Creta, distesa sulle acque del Mar Egeo. Qui, lo studio di progettazione Elastic...

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco
Design

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco

Anche il brand Déco, nato nel 2010 e forte di un incremento del proprio fatturato pari al 60% solo nell’ultimo anno, partecipa...

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre
Architettura

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre

Un luogo unico per lavorare, un vasto spazio trasparente e luminoso, aperto verso l’esterno, un intervento rispettoso...