Idiha Design e le mille risorse del polietilene: le parole del titolare Mario Vitarelli Idiha Design e le mille risorse del polietilene: le parole del titolare Mario Vitarelli
Design

Idiha Design e le mille risorse del polietilene: le parole del titolare Mario Vitarelli

Scritto da Redazione |

13 Ottobre 2016

Nata soltanto nel 2011, Idiha Design è ormai diventata un marchio di provata affidabilità e di grande successo, grazie al suo dinamismo progettuale, alla sua capacità di intercettare le tendenze più innovative senza mai perdere quell’approccio elegante e ricercato che rende i suoi prodotti d’arredo davvero inconfodibili. Uno stile esclusivo, accattivante, rigorosamente Made in Italy, che tuttavia non teme di confrontarsi con un materiale nuovo e sorprendente come il polietilene, dando vita ad arredi design perfetti per l’outdoor così come per gli interni. Un progetto, quello firmato Idiha Design, che conserva intatta tutta la vitalità degli inizi, oggi declinata nelle molte novità presenti in catalogo o d’imminente lancio sul mercato. Ne abbiamo parlato con il titolare dell’azienda Mario Vitarelli.

Idiha Design è una realtà imprenditoriale giovanissima che ha preso vita nel giugno 2011: da dove è nata l’idea di realizzare una collezione di design utilizzando esclusivamente un materiale come il polietilene?
“Il design ci ha da sempre attratto, il disegno di ciò che l’uomo può creare per migliorare la sua vita producendo oggetti utili a vivere meglio è sinonimo di bellezza ed eleganza. La volontà di intraprendere questo percorso nasce innanzitutto dal know-how nello stampaggio rotazionale di polietilene, in cui siamo leader nel settore da oltre 30 anni. Siamo riusciti a trasformare le nostre competenze tecniche attraverso la creazione di  sinergie, date dalla collaborazione tra giovani designer provenienti dalle più prestigiose scuole di design d’Europa e il nostro staff tecnico altamente qualificato. Si parte dal design e dalla creatività, ma poi si lavora sulla funzionalità con gli stampisti e la produzione, al fine di rendere il prodotto qualitativamente elevato. Legno, metallo, vetro hanno da tempo rappresentato l’arredo di design, la plastica invece si è affacciata in questo settore da soli 40 anni e sta superando il suo primo approccio sul mercato. Oggi è finalmente considerato un materiale nobile; infatti alcuni dei più affermati designer producono sia arredo che oggetti di design in plastica che sono diventati dei veri e propri Cult, si vedano ad esempio le sedute di Philippe Starck, le creazioni di Rashid o ancora le opere di Zaha Hadid, solo per citarne alcuni.”

 

Idiha Design è un’azienda orgogliosamente Made in Italy: qual è secondo voi il valore aggiunto che solo un processo produttivo svolto in Italia dall’inizio alla fine può garantire?
“L’ambiente in cui siamo nati, quello che respiriamo quotidianamente certamente ci influenza e ci caratterizza. L’Italia è circondata da innumerevoli forme d’arte, che sono contestualizzate in ambienti paesaggistici unici; questo influisce sul nostro modo di essere e di creare. Noi siamo orgogliosi di poter affermare di essere un’azienda al 100% Made in Italy a partire dalla materia prima, gli stampi, le componentistiche dei prodotti, dai soffioni di design che costituiscono la doccia Loop fino ai corpi luminosi che caratterizzano i nostri prodotti illuminati. Il Made in Italy è un’identità, un modo di essere, contraddistinto dalla qualità , dalla cura per i dettagli e da un processo seguito dall’inizio alla fine. Tutte caratteristiche rappresentate dalla forma e dall’essenza del nostro design.”

 


Fin dagli esordi vi siete subito distinti per la scelta di un’estetica pop e per lo spirito contemporaneo che sono tipici dei vostri pezzi di design: come riuscite a conciliare uno stile fresco e divertente con le necessarie caratteristiche di eleganza e funzionalità?
“Abbiamo sempre prodotto ciò che ci piace, senza omologazioni. La sola estetica che perseguiamo è l’eleganza, tratto distintivo delle nostre collezioni, anche nelle versioni più fresche e divertenti. Non ci lasciamo trascinare dagli eccessi o dalle provocazioni stilistiche del momento, che stancano velocemente. Pur cercando di essere innovativi e di proporre un design dal gusto estetico importante, cerchiamo comunque di non allontanarci troppo dalla nostra idea di design e di eleganza senza tempo. La funzionalità dei nostri prodotti veste su misura ognuno di essi, seguendone lo stile. Oggi cerchiamo soprattutto di spingerci oltre, di ricercare e sperimentare nuovi spazi e materiali, adattando i nostri prodotti agli ambienti indoor. Lei giustamente mi chiederà: come? Beh, semplicemente rivisitando le nostre linee, integrandole con finiture più eleganti e materiali più prestigiosi. Dal design deciso ed estremo della Surf, che identifica la nostra natura performante per l’outdoor, alle forme sinuose e avvolgenti della Wave, che esprime un’essenza più elegante e confortevole tipica dell’indoor, attraverso una finitura lucida e un rivestimento in ecopelle: un esempio di due chaises longue studiate per adattarsi agli ambienti più diversi, senza tralasciare estetica e comfort.”

 

Una categoria speciale presente nel vostro catalogo è quella degli arredi illuminabili: quanto è importante per voi fare innovazione e coltivare così la capacità di sorprendere il vostro pubblico?
“Come ho già accennato precedentemente, l’arredo in plastica ha da poco superato la sua prima fase di nascita. Un’applicazione interessante è costituita dalla possibilità di illuminarlo, trasformando ed esaltando la funzionalità dell’oggetto iniziale. Il prodotto, infatti, non è più solo un oggetto di design, ma diventa ambiente esso stesso, conferendo una nuova immagine al contesto in cui è inserito attraverso un suggestivo gioco di luci. La continua ricerca e sperimentazione sono alla base del nostro concept: cerchiamo di esaltare il prodotto e la materia prima integrandola con altri materiali, dai sistemi luminosi all’impiantistica idraulica di design e ancora dall’acciaio ai tessuti, rivisitando le forme senza scorporare l’anima del prodotto originale.”

 


Qualche anticipazione sulle prossime collezioni? Quali sono i progetti di Idiha Design per il futuro?
“Stiamo lavorando a delle nuove collezioni molto interessanti, che conferiranno al nostro brand una maggiore spinta verso il design e l’innovazione, senza scostarci troppo dalla nostra identità di base. Il mood di oggi è quello di esaltare, dagli ambienti, alle linee, ai materiali, ai colori. Vogliamo che il nostro cliente si senta importante, coccolato e seguito in tutte le fasi; per questo vorremmo coinvolgerlo maggiormente proponendogli soluzioni customizzate, introducendo al prodotto industriale l’artigianalità e la cura del dettaglio. Il cliente avrà infatti la possibilità di scegliere non solo il colore che maggiormente rientra nel suo gusto, ma anche delle finiture più particolari, degli abbinamenti in tessuto e altri accessori che andrebbero ad arricchire e a personalizzare il prodotto. A disposizione ci saranno i nostri designer, che potranno creare delle simulazioni di anteprima dei prodotti scelti dal cliente e offrire un servizio di consulenza online. Ne è un esempio la seduta Tosca in versione gold, esaltata ancora di più nelle sue forme dalle sfumature cangianti, pezzo unico su richiesta di un nostro cliente. Inoltre, a breve presenteremo una nuova collezione dedicata totalmente all’indoor, caratterizzata da linee più decise e luci avvolgenti. Questa è solo una breve anticipazione, non possiamo svelare ancora nulla.”

Questo articolo parla di:

Precedente

I lavabi HI-MACS firmati Baths by Clay

Successivo

Ethimo, il tavolo Play che guarda già al 2017

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli
Design

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Si riaccendono le luci (finalmente, verrebbe da dire, visti gli ultimi 40 anni di inattività) sul palcoscenico del Sociale di...

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli
Architettura

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli

Risale a questa primavera l’inaugurazione della nuova SPA di Portopiccolo, un intervento che arricchisce l’offerta...

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher
Design

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Nell’ambito del suo impegno per la valorizzazione del design danese, il brand Carl Hansen & Son aggiunge un’altra...