Il rilancio di BBB, tra pezzi storici e novità Il rilancio di BBB, tra pezzi storici e novità
Design

Il rilancio di BBB, tra pezzi storici e novità

Scritto da Redazione |

03 Luglio 2017

Dal 2016 il marchio BBB è entrato a far parte del gruppo Italexpo, una realtà industriale presente da molti anni nel settore delle sedute per ufficio, arricchendone la produzione con sedute in legno, tavoli, librerie e imbottiti, prodotti e commercializzati con il brand BBB. 

Del resto, nel catalogo BBB sono presenti sedie entrate nella storia del design a firma di prestigiosi progettisti di fama internazionale tra cui Gio Ponti, Jasper Morrison, Harri Koskinen, Enrico Davide Bona, Marco Piva; ora, ai pezzi storici già a catalogo (940, 969, Quattrogambe, MUU, Paso Doble, e molti altri) si aggiungono sedie e librerie inedite, un innovativo materiale per l’outdoor, l’implementazione della tecnologia nel design. 

Fra i prodotti inediti spicca la novità della sedia Flèche a firma di E. D. Bona ed E. Nobile: una sedia in legno pieghevole, a cerniera unica, che si distingue per il profilo dinamico che ricorda una saetta, da cui deriva il nome. 

Per la collezione outdoor, invece, è stato siglato un accordo con Skaema per l’utilizzo di Oryzawood, un nuovo materiale brevettato in Germania, completamente naturale, ecosostenibile e riciclabile, derivato dalla lolla del riso, che ricorda alla vista e al tatto il legno senza averne i limiti di durata e manutentivi. 

A questo proposito, diversi saranno i modelli della collezione BBB, interessati da una rilettura con Oryzawood, tra cui la sedia 940 di Gio Ponti, Venezia disegnata da Paolo Favaretto, le poltroncine e i tavoli della serie Plan disegnata da Marco Piva e la collezione sedie, tavolini e tavoli disegnata da Harri Koskinen. 

Infine, BBB conferma la sua storica vocazione all’innovazione arricchendo i suoi prodotti con le funzionalità più avanzate oggi offerte dalla tecnologia: abordo degli arredi BBB è prevista infatti l’istallazione di un dispositivo, Internet of Things, che rende gli arredi intelligenti, integrati e connessi, permettendo di riconoscere l’utente, di dialogare con le reti informatiche, i device, gli hub, e raccogliendo allo stesso tempo informazioni per migliorare il benessere della persona.

 

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Ula & Baba, memorie d’Africa per My Home Collection

Successivo

Raccontare al mondo il Made in Italy: Matrix4Design diventa global

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo
Architettura

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo

Siamo sulla pittoresca isola greca di Creta, distesa sulle acque del Mar Egeo. Qui, lo studio di progettazione Elastic...

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco
Design

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco

Anche il brand Déco, nato nel 2010 e forte di un incremento del proprio fatturato pari al 60% solo nell’ultimo anno, partecipa...

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre
Architettura

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre

Un luogo unico per lavorare, un vasto spazio trasparente e luminoso, aperto verso l’esterno, un intervento rispettoso...