La ceramica dell’innovazione: Matrix4Design incontra Italgraniti Group La ceramica dell’innovazione: Matrix4Design incontra Italgraniti Group
Design

La ceramica dell’innovazione: Matrix4Design incontra Italgraniti Group

Scritto da Redazione |

19 Aprile 2018

Soffia un vento di novità a casa Italgraniti Group, realtà dinamica e innovativa che da oltre vent’anni occupa una posizione di leadership nel settore della ceramica in Italia e all’estero. In occasione della Milano Design Week apre infatti il primo showroom milanese del brand, un’opportunità in più per mostrare come da sempre Italgraniti sia sinonimo di gres porcellanato altamente tecnologico, un materiale eccezionale, resistente e adatto a rivestire interni ed esterni con precisione e bellezza assoluta, frutto di decenni di esperienza e investimenti costanti accompagnati da uno sguardo sempre lungimirante verso il futuro. E poi molti i nuovi prodotti e le nuove sfide che sono stati al centro della nostra conversazione con Elisa Giacobazzi, amministratore delegato e marketing manager del gruppo. Ecco quello che ci ha anticipato.

 

 

 

Quali novità presenta Italgraniti al Salone del Mobile 2018? 

“Questa Milano Design Week per noi è una tappa molto importante perché presentiamo il primo flagship store Italgraniti su Milano, che vuole dimostrare la ricerca e l’innovazione che da sempre caratterizzano il gruppo. Questo negozio si sviluppa su due livelli per circa 170 metri quadri, è stato fatto in collaborazione con l’ufficio Centro Stile di Milano, architetti con cui collaboriamo da diversi anni, e vuole essere un centro di ricerca, confronto e ritrovo per architetti e consumatori finali. Italgraniti vuole dare una nuova fruizione del mondo della ceramica. In questo showroom presentiamo le nostre collezioni, tra cui l’importantissimo progetto Mega, un progetto delle grandi lastre nel formato 160x320 cm, nello spessore del 6 e del 12 mm.

Questo progetto è rivolto alla pavimentazione, al rivestimento di pareti ma soprattutto al mondo dell’arredo e della cucina. Presentiamo poi una collezione di metalli molto interessante per le innovative superfici e dimensioni e una collezione di marmi, la Marble Experience, che è una ricerca di pietre molto preziose e rare, presentata in una soluzione di superfici molto innovativa e in linea con le tendenze del mercato. Inoltre abbiamo creato una piccola zona per l’effetto legno, che è un argomento molto interessante nel mondo attuale della ceramica.”

 

Quali sono per voi i valori del Made in Italy? Come li interpretate? 

“Siamo presenti sul mercato internazionale con Impronta dal 1975 e con Italgraniti dal 1994. Questo ci permette di esportare in oltre 100 paesi e per noi il successo della nostra azienda è la grande competenza che abbiamo nel ceramico: la ricerca, la passione e l’innovazione che presentiamo in tutti i nostri progetti per consegnare all’architetto superfici innovative. Questo per noi è il valore che dobbiamo continuare a trovare nel Made in Italy.”

 

Innovazione e sostenibilità sono due aspetti fondamentali della vostra produzione. Come si realizzano? Come riuscite a coniugarli? 

“Ogni anno investiamo importanti somme in ricerca, innovazione e tecnologia, una tecnologia che ha sempre un occhio di riguardo alla sostenibilità. I nostri stabilimenti operano nelle certificazioni ISO 14001. E da oltre 10 anni abbiamo ottenuto la certificazione ambientale EMAS, che si occupa di controllare tutte le emissioni in atmosfera, l’utilizzo di energia e risorse naturali e l’utilizzo di tutte le risorse idriche.”

 

Che progetti avete per il futuro?

“Già in questa Milano Design Week, oltre il flagship store, presentiamo e lanciamo un nuovo brand, che per noi è una grande sfida: Italstone ed è un brand dedicato alle grandi lastre ceramiche, quindi alle dimensioni 160x320 cm nello spessore di 6 e 12 mm. È rivolto al mondo dell’arredo e dei top da cucina. Un’altra cosa che lanciamo sono i prodotti dell’outfloor, pavimentazione da esterno, lastre nello spessore di 2 cm che presentiamo nel flagship store e al Fuorisalone.”

Questo articolo parla di:

Precedente

L’innovazione (ri)parte dai giovani: Matrix4Design incontra Mantellassi

Successivo

Salone del Mobile 2018, Giorgio Collection presenta Infinity

Il progetto Cascina Merlata di Alessandro Scandurra
Architettura

Il progetto Cascina Merlata di Alessandro Scandurra

Nel contesto della trasformazione dell’area di Cascina Merlata a Milano, l’architetto Alessandro Scandurra ha...

La cucina Beluga di Ferruccio Laviani per Rastelli
Design

La cucina Beluga di Ferruccio Laviani per Rastelli

Di recente Rastelli, brand di design nato allo scopo di esportare il Made in Italy nel mondo, ha scelto di collaborare con il...

La nuova camera da letto Queen Soleil di Roberto Giovannini
Design

La nuova camera da letto Queen Soleil di Roberto Giovannini

Oggi la proposta ‘notte’ di Roberto Giovannini diventa ancora più completa: la collezione Héritage si arricchisce...