Maestrale, il vento del design nella notte di Scandola Maestrale, il vento del design nella notte di Scandola
Design

Maestrale, il vento del design nella notte di Scandola

Scritto da Redazione |

09 Giugno 2017

Porta il nome di un vento che spira da nord-ovest, cantato dai poeti e temuto dai marinai, ma che d’ora in poi sarà amato da chi è in cerca di riposo notturno. Si chiama infatti Maestrale Notte la nuova collezione proposta da Scandola, azienda che realizza mobili in abete massello per tutta la casa e arricchisce così la propria offerta per la camera da letto. 

Maestrale si caratterizza per le forme che si fanno asciutte e lineari, e largo spazio viene riservato ai letti matrimoniali, che ben si inseriscono in tutti gli ambienti, da quelli più innovativi fino alla classica casa per le vacanze. 

Il letto Fada ha una testiera rettangolare, con cornice in rilievo: una tipologia di frontale riproposta anche per i comodini e le cassettiere; nel letto Plana quattro assi orizzontali in massello si inseriscono al livello del pianale e fungono da appoggio sostituendo il comodino, per proseguire poi, ruotate di 90°, a formare la testiera. 

Particolare è il letto Barrique, dove le doghe verticali posizionate a diverse altezze e leggermente inclinate all’indietro creano un disegno dinamico; più affinato e vezzoso, invece, il letto imbottito Plissé, disponibile da una piazza e mezza oppure singolo. 

Sui comodini, sulle cassettiere e sui settimanali scompaiono le maniglie e la presa per l’apertura viene collocata lateralmente, come nella cassettiera Quadra, dove la fresatura a 45° dei profili dei cassetti, del top e del pannello di fondo va a disegnare sui fianchi del mobile una sorta di cornice.

Grande assortimento inoltre per le armadiature componibili realizzate al centimetro, con ante Nora o Mia: possono essere personalizzate con uno zoccolo, una cornice o dei fianconi, nonché con molteplici accessori per riporre all’interno vestiti, scarpe e borse in perfetto ordine. 

Due sono poi le novità per quanto riguarda le finiture, dove compaiono il massello d’abete “evaporato”, capace di donare un aspetto più soffice alla texture del legno, e l’eco-cemento, adatto a chi cerca un contrasto più acceso tra tradizione e innovazione. 

Si tratta dunque di nuovissimi letti, comodini, cassettiere e armadi pensati per chi apprezza il design contemporaneo, ma non vuole rinunciare, allo stesso tempo, ai materiali e alle lavorazioni della tradizione.

Con queste proposte Scandola dimostra ancora una volta una solida conoscenza dei materiali e una grande capacità di declinare il proprio prodotto in modi diversi, mantenendo uno stile riconoscibile, pur nella creazione di nuovi mood.

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Adele-C, ecco il nuovo coffee table

Successivo

Globe e Liuto, Alivar firma i tavoli protagonisti del living

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo
Architettura

Elastic Architects, un progetto ispirato al Mar Egeo

Siamo sulla pittoresca isola greca di Creta, distesa sulle acque del Mar Egeo. Qui, lo studio di progettazione Elastic...

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco
Design

Cersaie 2017, tutto l'outdoor di Déco

Anche il brand Déco, nato nel 2010 e forte di un incremento del proprio fatturato pari al 60% solo nell’ultimo anno, partecipa...

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre
Architettura

Prysmian Group, a Milano gli uffici tra le serre

Un luogo unico per lavorare, un vasto spazio trasparente e luminoso, aperto verso l’esterno, un intervento rispettoso...