Nemo, una squadra di eccellenze per la Collection 2016 Nemo, una squadra di eccellenze per la Collection 2016
Design

Nemo, una squadra di eccellenze per la Collection 2016

Scritto da Redazione |

30 Maggio 2016

Comprare una lampada significa prendere una decisione importante, perché sarà lei da quel momento in poi ad illuminare le nostre giornate, più o meno cupe, più o meno soleggiate. Lo sanno bene da Nemo, azienda fondata a Milano nel 1993 e specializzata nella produzione di luci d’alta gamma. Le lampade, tutte rigorosamente realizzate in Italia, non sono solo strumenti funzionali ma veri e propri oggetti del cuore, creati per dare benessere a chi le possiede.

 

Una vocazione al comfort e all’estetica sofisticata che si rinnova ogni anno, grazie all’instancabile impegno dei dirigenti dell’azienda, sempre in cerca di designer dal pensiero illuminato, andando a pescarli tra nomi altisonanti, certo, ma senza disdegnare i giovani più promettenti.

 

Nasce proprio dal confronto con alcune delle più prestigiose figure del design nazionale e internazionale la collezione proposta da Nemo per il 2016, un percorso di ricerca finalizzato ad approfondire il tema delle sorgenti luminose, declinandoli nelle più diverse e suggestive soluzioni.

 

Tra le proposte si segnalano innanzitutto le lampade Olympia, firmate da Doriana e Massimiliano Fuksas, che hanno lavorato sulle luci LED in versione da parete, dotate di bracci mobili e orientabili tramite i quali protendersi nello spazio e di un diffusore per un’emissione a 360 gradi.

 

Il giovane Charles Kalpakian ha invece realizzato 3Tubes, una lampada a sospensione in bianco totale o in bianco e rame, capace di produrre un fascio luminoso diffuso e al contempo preciso grazie a tre sorgenti collocate in posizione asimmetrica.

 

Spigolo e Spigolo XS sono invece il progetto elaborato da Studiocharlie, un altro laboratorio creativo emergente che si è cimentato su una famiglia di lampade da terra, capaci di ruotare su se stesse e caratterizzate da una struttura in estruso con tubolare in alluminio.

 

Lo storico turbine creativo di Le Corbusier è poi all’origine della lampada in cemento Borne Béton (1952), in grado di adattarsi anche all’outdoor, mentre si distingue per originalità e anticonformismo l’installazione luminosa scaturita dalla mente di Rudy Ricciotti.

 

Prestigio, tradizione, innovazione: ecco l’essenza del design di Nemo, dove ogni oggetto è concepito per diventare un cult.

Questo articolo parla di:

Fotografie di www.nemolighting.com

Precedente

Lloyd, giochi di trasparenze per la libreria di Poltrona Frau

Successivo

Embroidery Chair, le sedute “stagionali” di Cappellini

Un resort modellato sulla natura: il progetto di Graft Architects
Architettura

Un resort modellato sulla natura: il progetto di Graft Architects

Lo studio di architettura Graft Architects ha progettato a Bostalsee, in Germania, il nuovo Seezeitlodge Hotel & Spa, una...

Corte Bertesina a Vicenza, l’illuminazione è L&L Luce&Light
Design

Corte Bertesina a Vicenza, l’illuminazione è L&L Luce&Light

A pochi chilometri da Vicenza, nella campagna veneta, sorge Corte Bertesina, un'azienda agricola biologica recentemente...

I lavabi integrati di Arbi Arredobagno
Design

I lavabi integrati di Arbi Arredobagno

Da anni il team di Arbi Arredobagno lavora per fornire al cliente un prodotto in grado di adeguarsi alle esigenze degli ambienti...