Operæ, a Torino l’Independent Design Fair Operæ, a Torino l’Independent Design Fair
Design

Operæ, a Torino l’Independent Design Fair

Scritto da Redazione |

27 Ottobre 2017

Tre giorni di idee, stile e creatività. Giunta ormai all’ottava edizione, torna anche quest’anno al Lingotto Fiere di Torino l’appuntamento con Operæ. Independent Design Fair, la fiera dedicata al design indipendente e da collezione, in corso dal 3 al 5 novembre nel capoluogo sabaudo. 

L’accurata selezione di designer emergenti sul panorama internazionale, il focus sul design contemporaneo da collezione, la valorizzazione dell’eccellenza artigiana, la creazione di concrete occasioni per l’apertura di nuove relazioni di business sono come sempre i tratti distintivi della fiera, che si offre come una piattaforma d’incontro per designer, gallerie, aziende, artigiani e istituzioni. 

In particolare, la fiera fornisce un’articolata fotografia dello scenario internazionale del design contemporaneo indipendente e da collezione, grazie alle due sezioni dedicate rispettivamente a Designer e Gallerie di design

Si conferma il format della passata edizione, speciale e unico nel suo genere, puntando sulla presenza in contemporanea di designer e gallerie, presentando gli autori di collezioni in pezzi unici e serie limitate al fianco dei soggetti che di queste si fanno promotori, sostenendone la maturazione progettuale e la diffusione nei circuiti del collezionismo internazionale. 

L’obiettivo è di favorire in questo modo da un lato relazioni e nuove occasioni di business tra gli espositori stessi, dall’altro la ricerca del collezionista e l’interesse del pubblico

Il design contemporaneo si consolida del resto come settore in forte crescita, calamitando sempre maggior attenzione e alimentando la formazione di un nuovo collezionismo, fatto di soggetti curiosi e attenti, sostenitori di innovazione e competenti cultori di ricerca progettuale, come i visitatori che Contemporary Art Torino nei giorni che la città dedica ai linguaggi contemporanei. 

Quest’anno, inoltre, anche la moda indipendente e di ricerca ha il suo spazio in fiera, grazie a Dreamers, progetto ospite di Operæ, che propone un percorso abitato da visioni e progetti, abiti e accessori per raccontano la nuova scena contemporanea. 

La curatrice del progetto, realizzato dalla società di eventi culturali BOLD in partnership con Regione Piemonte, Camera di Commercio di Torino e Associazione Torino Design Week, è Alice Stori Liechtenstein, fondatrice dello Schloss Hollenegg for Design, che ha scelto per l’ottava edizione della fiera il titolo Why Design

Un’affermazione, più che una domanda, lasciando che il design diventi una lente attraverso la quale leggere e interpretare la società contemporanea, focalizzando l’attenzione sull’espressione di valori contemporanei, sui designer che si esprimono con coraggio, sugli oggetti che hanno il potenziale di divenire ambasciatori del nostro tempo.

Questo articolo parla di:

Precedente

La mostra in Triennale per i 50 anni di IED

Successivo

AGC Flat Glass Italia, vetro d’eccellenza per Hotel Viu Milan

Un resort modellato sulla natura: il progetto di Graft Architects
Architettura

Un resort modellato sulla natura: il progetto di Graft Architects

Lo studio di architettura Graft Architects ha progettato a Bostalsee, in Germania, il nuovo Seezeitlodge Hotel & Spa, una...

Corte Bertesina a Vicenza, l’illuminazione è L&L Luce&Light
Design

Corte Bertesina a Vicenza, l’illuminazione è L&L Luce&Light

A pochi chilometri da Vicenza, nella campagna veneta, sorge Corte Bertesina, un'azienda agricola biologica recentemente...

I lavabi integrati di Arbi Arredobagno
Design

I lavabi integrati di Arbi Arredobagno

Da anni il team di Arbi Arredobagno lavora per fornire al cliente un prodotto in grado di adeguarsi alle esigenze degli ambienti...