Ponte, il nuovo tavolo da lavoro firmato Newform Ponte, il nuovo tavolo da lavoro firmato Newform
Design

Ponte, il nuovo tavolo da lavoro firmato Newform

Scritto da Redazione |

25 Ottobre 2016

Creare, progettare, scrivere, lavorare… Quante attività da svolgere su un semplice tavolo! Ma tutto diventa più semplice se il tavolo in questione è il nuovo Ponte di Newform Ufficio, disegnato dall’architetto Angelo Micheli.

 

Un tavolo da ufficio e da lavoro che è molto più di una scrivania, il luogo ideale per pensare e ideare in modo rapido e chiaro, sul filo di quell’essenzialità che caratterizza le forme di Ponte, composto da due soli elementi, rigorosi e raffinati, per ottimizzare la funzionalità.

 


La sua robusta struttura a sezione a H presenta contorni ingentiliti dalla scelta dei chiari scuri tipici della pittura e della scultura, per valorizzare l’effetto di luce in rapporto alla materia e rendere più sofisticato un design d’ispirazione industriale.

 

Così Ponte diventa lo spazio in cui riunire oggetti utili e strumenti di lavoro, raccogliendo con essi impegni, progetti e sfide tutte da giocare, su questo tavolo, che si pone come un ponte verso obiettivi in costante evoluzione.

Questo articolo parla di:

Precedente

Il senso di Bross per il marmo

Successivo

WallPepper, il profilo della città sulla tua parete

Kym’s, a Londra si cena all’ombra del ciliegio
Architettura

Kym’s, a Londra si cena all’ombra del ciliegio

Il fascino millenario della cultura cinese trova a Londra il suo nuovo tempio. Nel centro della capitale britannica sorge...

G.T.Design, i tappeti Luoghi a IOC Office New York
Design

G.T.Design, i tappeti Luoghi a IOC Office New York

Quanto è importante la componente tessile in un progetto d’interior design? G.T.Design, con i suoi 40 anni di storia e...

Il nuovo Sistema di Controllo del Freddo firmato Abimis
Design

Il nuovo Sistema di Controllo del Freddo firmato Abimis

Presentato in occasione del Salone del Mobile 2018, il nuovo Sistema di Controllo del Freddo firmato Abimis riflette l’idea...