STANZE, riscoprire la magia degli interni STANZE, riscoprire la magia degli interni
Design

STANZE, riscoprire la magia degli interni

Scritto da Redazione |

31 Marzo 2016

Dopo 20 anni dall’ultima Esposizione Internazionale, nel 2016 riapre i battenti la Triennale di Milano, con una grande mostra allestita in occasione del Salone del Mobile e intitolata “STANZE. Altre filosofie dell’abitare.”, curata da Beppe Finessi, dal 2 aprile al 16 settembre. Sono passati trent’anni dall’ultima esposizione che la Triennale dedicò all’architettura d’interni, “Il progetto domestico”, nel 1986, mentre risale addirittura al 1972 la grande mostra “Italy. The New Domestic Landscape”, che riscosse un successo senza precedenti al MOMA di New York.

 

Questo per dire che l’architettura d’interni è un settore ingiustamente trascurato dalla riflessione intorno al mondo del design, specialmente negli ultimi anni, ma che oggi Milano si propone di riportare sotto i riflettori, tributandogli l’importanza che merita. Sceglie di farlo attraverso la realizzazione di 11 stanze cui lavoreranno 11 architetti e progettisti di fama mondiale, nel tentativo di esprimere l’anima degli interni, ossia di quegli ambienti che più di altri si avvicinano alla vita privata delle persone, richiedendo spesso altissimi standard in termini di innovazione e professionalità.

 

Occuparsi di architettura d’interni significa occuparsi dell’abitare in tutte le sue forme, e dunque esprimere ed interpretare la dimensione più intima, i sentimenti e le emozioni degli esseri umani, immaginando un microcosmo in cui essi potranno e vorranno trascorrere il loro tempo. Ma gli uomini sono tutti diversi fra loro, così come differenti saranno le filosofie delle stanze allestite in mostra.

 

Dopo un grande spazio introduttivo, in cui una “volta celeste” tappezzata di disegni e fotografie racconterà la storia dell’architettura d’interni italiana nel Novecento e si cercherà di fare il punto sulle grandi idee elaborate dai maestri del design di ieri e di oggi (Gio Ponti, Ettore Sottsass e Gae Aulenti, solo per citarne alcuni), si apriranno gli undici ambienti pensati da ogni creativo in rapporto ad una grande opera letteraria o filosofica, selezionata con il fondamentale contributo del filosofo Francesco Cataluccio.

 

Tra i grandi nomi in campo, Fabio Novembre, che si ispirerà a “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera per un’architettura capace di evocare le forme del corpo, in cui la stanza diventerà quasi un’accogliente cavità cranica; Manolo de Giorgi, autore di una stanza liquida, in cui i vari ambienti si scioglieranno in un unico fluire, come la modernità teorizzata da Zygmund Bauman; lo Studio Carlo Ratti, invece, proporrà una visione più tecnologica, in cui i pixel si fanno materia, richiamandosi all’opera “Sciame. Visioni del digitale” del filosofo sudcoreano Byung-Chul Han.

 

Le stanze sono camere del cuore, come le definiva il gran toscano Dante Alighieri nella sua Vita Nova. E non a caso i poeti del Duecento chiamavano “stanze” le proprie composizioni. Lì pulsa l’ispirazione poetica, lì pulsa la vita. Questa mostra è un’occasione per riscoprire la loro magia, e la magia di noi stessi, pronti a salpare verso i nuovi orizzonti dell’abitare.

Questo articolo parla di:

Precedente

Salone del Mobile 2016, Milano torna capitale del design

Successivo

Nichetto per De La Espada, gli anni 50 arrivano a Shanghai

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli
Design

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Si riaccendono le luci (finalmente, verrebbe da dire, visti gli ultimi 40 anni di inattività) sul palcoscenico del Sociale di...

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli
Architettura

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli

Risale a questa primavera l’inaugurazione della nuova SPA di Portopiccolo, un intervento che arricchisce l’offerta...

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher
Design

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Nell’ambito del suo impegno per la valorizzazione del design danese, il brand Carl Hansen & Son aggiunge un’altra...