TAKT, l’ambizione di fare il marmo TAKT, l’ambizione di fare il marmo
Design

TAKT, l’ambizione di fare il marmo

Scritto da Redazione |

21 Ottobre 2016

Se c’è un valore eterno che caratterizza il mondo dell’architettura e del design, questo è il fascino del marmo. Un fascino che nei millenni è stato interpretato e riletto in mille declinazioni multiformi, mantenendo inalterato nel tempo il suo charme, cristallizzando nobiltà ed eleganza.

 

Una tradizione lunga e gloriosa il cui percorso oggi continua tra lavorazioni preziose e progetti raffinati, grazie alla passione di tre imprenditori del comparto residenziale che hanno dato vita a TAKT, un’azienda giovane e dinamica sorta nel noto distretto veronese del marmo che si rivolge all’ampio e internazionale universo degli architetti, degli interior designer e dei contractor per seguirli passo passo nella realizzazione di progetti abitativi e/o legati al settore contract.

 


TAKT, un nome rapido e deciso, che evoca la grecità pur essendo semplice da pronunciare in tutte le lingue del mondo, rappresenta un nucleo imprenditoriale compatto, ispirato ai principi di esclusività e professionalità, ricomprendendo al suo interno tutte le fasi del processo costruttivo legato al marmo: dalla selezione e dal procurement di materie prime di altissima qualità, passando per il design delle superfici, fino ad arrivare a consulenze e proposte 2D per pavimenti e rivestimenti, con la possibilità di scegliere lo stile più gradito, classico, moderno, contemporaneo o decò.

 

L’ampia offerta del catalogo TAKT non riguarda soltanto i marmi ma anche onici, limestone, ardesie, lastre di semipreziosi, travertini e graniti, tenendo conto delle caratteristiche fisiche, cromatiche, geologiche, dei criteri di prezzo; tutto secondo uno spirito improntato alla customizzazione e alla flessibilità rispetto alle esigenze del cliente (in particolare, gli architetti vengono forniti di shop drawing da approvare, cui segue la produzione dei cutting list).

 


Artigiani locali specializzati
si occupano in maniera esclusiva de procedimenti di trasformazione e lavorazione della materie prime, così come soltanto le aziende più qualificate vengono interpellate da TAKT nelle fasi di lucidatura e posa (disponibile, su richiesta, anche la posa a secco).

 

Una realtà orgogliosamente Made in Italy e tuttavia dotata di una forte vocazione internazionale, che ha visto TAKT dedicarsi a progetti di prestigio non solo in Italia, ma anche negli Stati Uniti, in Messico e nei Caraibi.

 

La prossima sfida? Sbarcare nel mondo dell’arredo: grazie alla collaborazione con Lu Murano e con l’azienda fiorentina di mobili di lusso Baldi, TAKT si accinge a creare una propria linea firmata da giovani designer italiani e stranieri, da presentare in grande stile al prossimo Salone del Mobile milanese.

Questo articolo parla di:

Precedente

Rinascente e SaloneSatellite, spazio ai giovani designer

Successivo

Ares Line, l’alta qualità italiana per le sedute contract

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli
Design

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Si riaccendono le luci (finalmente, verrebbe da dire, visti gli ultimi 40 anni di inattività) sul palcoscenico del Sociale di...

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli
Architettura

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli

Risale a questa primavera l’inaugurazione della nuova SPA di Portopiccolo, un intervento che arricchisce l’offerta...

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher
Design

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Nell’ambito del suo impegno per la valorizzazione del design danese, il brand Carl Hansen & Son aggiunge un’altra...