Villeroy & Boch a Cersaie 2016: intervista esclusiva ad Antonio Tunesi, responsabile distribuzione in Italia Villeroy & Boch a Cersaie 2016: intervista esclusiva ad Antonio Tunesi, responsabile distribuzione in Italia
Design

Villeroy & Boch a Cersaie 2016: intervista esclusiva ad Antonio Tunesi, responsabile distribuzione in Italia

Scritto da Redazione |

29 Settembre 2016

Non c’è innovazione senza bellezza, non c’è bellezza senza innovazione. Due facce della stessa medaglia, due obiettivi indivisibili, due sfide indispensabili per raggiungere quel perfetto equilibrio di estetica e funzionalità che dal 1748 rende unici i prodotti firmati Villeroy & Boch, azienda specializzata nella produzione di piastrelle, complementi per la tavola e per l’arredo bagno, presente in 125 Paesi del mondo. Perché la qualità è innanzitutto una questione di sinergia tra tecnica e creatività, come abbiamo scoperto a Cersaie 2016, dove il responsabile distribuzione in Italia Antonio Tunesi ci ha fatto conoscere tutta la magia del benessere design targato Villeroy & Boch.

 

A Cersaie 2016 Villeroy & Boch presenta una nuova linea di colori pop dedicata alle collezioni bagno, esito della collaborazione con la designer Gesa Hansen. Che cosa può dirci di questo progetto?

“Si tratta dell’ulteriore sviluppo nato con il progetto lavabi Artis. Nascono bianchi e hanno avuto molto successo grazie al loro design e al loro stile. Sono costituiti da una ceramica nuova, TitanCeram, che può consentire la realizzazione di spessori ceramici sottili. Artis ha avuto un grande successo alla presentazione e, dalla collaborazione con Gesa Hansen, è nata l’idea di avere anche una gamma di colori. Nuovi, non solo i soliti. Un vero e proprio concetto cromatico che si richiama alle stagioni di Parigi. Una cosa molto romantica, con 12 tonalità differenti”.

 

 

Qual è il valore aggiunto dei prodotti firmati Villeroy & Boch in particolare nel campo dell’arredo bagno?

“Villeroy & Boch ha sempre avuto chiaro che, a portarla avanti nei secoli, sarebbe stata l’innovazione. Lo vediamo soprattutto nel mondo del bagno: questi secoli di esistenza dell’azienda sono sempre stati segnati da un’innovazione concepita per il beneficio del consumatore”.

 

Villeroy & Boch è un brand leader nel settore Lifestyle presente in 125 paesi del mondo. Come riuscite a sintonizzarvi con le mutevoli esigenze del mercato internazionale rimanendo comunque fedeli allo spirito del marchio?

“Non è facile essere sempre all’altezza, perché il mondo si avvicina ma ci sono ancora culture lontane con esigenze diverse. Senza dubbio, al di là della specificità dei singoli prodotti, il filo rosso che lega il tutto è proprio l’innovazione. Una proposta innovativa che fa convergere esigenze diverse”.

 

Nei vostri prodotti, che relazione esiste tra qualità dei materiali, ricerca tecnologica e componente creativa?

“Questo connubio tra innovazione tecnica e estetica è sempre stata combinata per offrire all’utente un prodotto bello e funzionale. Non esiste una ricerca tecnologica o estetica fine a se stessa, lo sviluppo è sempre a beneficio del consumatore”.

 

Quali obiettivi si pone Villeroy & Boch per il prossimo futuro?

“Villeroy & Boch ha continuità storica da più di 260 anni. Non ha mai guardato al passato, ma ha sempre avuto un occhio puntato al futuro. Questa è una sfida di ogni giorno per l’azienda. Noi, in Italia, abbiamo il sogno di essere sempre presenti e apprezzati nel mercato nazionale”.

Questo articolo parla di:

Precedente

Iris Ceramica a Cersaie 2016: la ricchezza dell’innovazione

Successivo

FIMA a Cersaie 2016: intervista esclusiva al responsabile Marketing Mattia Fiorindo

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli
Design

Catellani & Smith riaccende le luci sul teatro di Camogli

Si riaccendono le luci (finalmente, verrebbe da dire, visti gli ultimi 40 anni di inattività) sul palcoscenico del Sociale di...

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli
Architettura

La nuova SPA di Portopiccolo, il progetto dello Studio Apostoli

Risale a questa primavera l’inaugurazione della nuova SPA di Portopiccolo, un intervento che arricchisce l’offerta...

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher
Design

Carl Hansen & Son, la Beak Chair per riscoprire Ole Wanscher

Nell’ambito del suo impegno per la valorizzazione del design danese, il brand Carl Hansen & Son aggiunge un’altra...