Vimar, i dispositivi che semplificano la vita (anche via smartphone) Vimar, i dispositivi che semplificano la vita (anche via smartphone)
Design

Vimar, i dispositivi che semplificano la vita (anche via smartphone)

Scritto da Redazione |

18 Luglio 2016

Una coppia di professionisti decide di trasformare un’affascinante residenza sui Colli Euganei nel suo rifugio dalle incombenze quotidiane, per trascorrere il proprio tempo libero all’insegna del relax e dello svago.

 

Così, affida il progetto di ristrutturazione all’architetto Alessandro De Paoli, chiamato ad occuparsi innanzitutto della ridistribuzione degli spazi interni per renderli più funzionali, a partire dal corpo centrale che diventa perno di collegamento rispetto agli altri ambienti della casa, caratterizzandosi per l’impiego di materiali diversi opportunamente accostati, come la pietra, il vetro, il legno e l’acciaio e conducendo dal piano interrato fino alla terrazza giardino sul tetto dell’abitazione.

 

Il piano di restauro è stato impostato per rispettare il più possibile i tratti distintivi dell’architettura preesistente, nel tentativo di innovare nel segno dell’armonia, introducendo nuovi elementi d’arredo, strutture, materiali e dispositivi per la gestione dell’energia elettrica senza stravolgere l’essenza originaria dell’edificio.

 

Simbolo di questi cambiamenti armonici è l’inserimento dei comandi firmati Vimar, appartenenti alla serie Eikon Evo e declinati sia nella finitura Next, in abbinata con la superficie bianca delle pareti, sia nella finitura Total Black, per accordarsi con il legno della boiserie, ponendosi al tempo stesso come eleganti oggetti design e pratici strumenti di regolazione della temperatura e dell’illuminazione.

 

Tutta la gestione della casa è affidata a By-me, un sistema domotico ad alta tecnologia che sfrutta come pannelli di controllo i comandi locali presenti in ogni stanza e i video touch screen da 4,3 pollici precedentemente installati, collegati con una targa esterna per fungere anche da nitido videocitofono interno.

 

Attraverso alcuni “scenari” preimpostati (come “ingresso” o “uscita”) è possibile controllare in automatico ogni aspetto legato alla climatizzazione, ai sistemi di allarme, agli accessi, all’illuminazione e alla movimentazione di tapparelle e tende; programmando la modalità “vacanza” il sistema si preoccupa della sicurezza simulando la presenza dei padroni di casa tramite l’accensione alternata delle luci nei vari ambienti.

 

Al sistema domotico Vimar è inoltre affiancato il sistema di videosorveglianza Elvox, che comprende tredici telecamere esterne e interne ad alta definizione le cui immagini sono registrabili e pure visibili in tempo reale, anche tramite smartphone grazie all’app By-web messa a punto da Vimar. Allo stesso modo, attraverso lo smartphone è possibile supervisionare anche tutte le altre funzioni dei dispositivi di controllo.

 

Un filo diretto con la propria abitazione, dove la vita non è mai stata così comoda.

Questo articolo parla di:

Precedente

Kheope, la vela design che protegge dal sole

Successivo

REDValentino, un flagship store design nel cuore di Roma

Riflessioni, cinque specchi visionari per Adele-C
Design

Riflessioni, cinque specchi visionari per Adele-C

È il momento degli specchi. Adele-C, azienda nata nel 2009 da un’idea imprenditoriale di Adele Cassina, arricchisce la...

MORE+SPACE, Milano Contract District scommette sul microliving
Design

MORE+SPACE, Milano Contract District scommette sul microliving

Cambiano il mondo e la società, e con essi le case che abitiamo. Non è esagerato dire che proprio in questi anni si sta aprendo una...

Chairs & More debutta a Orgatec 2018
Design

Chairs & More debutta a Orgatec 2018

È tempo di esplorare nuove possibilità per Chairs & More: quest’anno, forte della propria esperienza sul fronte...