A New York un condominio di lusso sboccia sull’High Line A New York un condominio di lusso sboccia sull’High Line
Architettura

A New York un condominio di lusso sboccia sull’High Line

Scritto da Redazione |

27 Maggio 2016

L’High Line, il parco lineare realizzato sul tracciato dell’antica ferrovia sospesa West Side Line di New York, è ormai diventata la passeggiata panoramica prediletta dai turisti e cittadini. Ed è proprio il panorama a costituire l’attrattiva principale, con le sue architettura urbane in costante mutamento.

 

L’ultimo cambiamento dello scenario è quello prodotto dall’edificazione sulla 28esima strada di un nuovo condominio di lusso, i cui lavori termineranno nel 2017, sorto dal progetto dello studio newyorkese Ismael Levya Architects e arricchito da un sofisticato piano di decorazione degli interni e degli esterni firmato niente meno che dalla compianta Zaha Hadid.

 

Il complesso, articolato su 11 piani, comprende 39 loft esclusivi, con una superficie massima di circa 510 metri quadri, presentandosi all’esterno come il risultato di una fusione tra due volumi che si compenetrano, avvolti in un involucro dalle forme morbide e sinuose.

 

Le facciate sono plasmate secondo un’estetica fluida, sulla base di un sistema in vetro e metallo aggettante, quasi una linea ininterrotta che abbraccia l’intera struttura, correndo dal basso verso l’alto con un movimento curvilineo.

 

Gli appartamenti sono pensati per garantire massimo comfort agli abitanti, in un contesto di puro lusso: ciascuno di essi può ospitare fino a cinque camere da letto, è dotato di cucina in marmo bianco realizzata su misura grazie alla collaborazione con l’azienda italiana Boffi,  esibisce preziosi pavimenti in rovere e gode di ingresso privato, requisito imprescindibile per elevare il livello di privacy .

 

Il dialogo con il paesaggio esterno è garantito dagli ampi balconi, in accordo con un progetto di valorizzazione del vivere l’outdoor che trova il suo coronamento nella terrazza panoramica posta sulla sommità dell’edificio, con vista sullo skyline urbano.

 

Numerosi sono anche gli spazi concepiti per una fruizione comune, allo scopo di incrementare il benessere dei condomini: sono previsti un atrio dominato da un’imponente parete in pietra, una piscina salina illuminata da un suggestivo lucernario, una sala cinema, un’area fitness e wellness, un centro benessere dall’ispirazione orientale. Inoltre, i possessori di mezzi motorizzati possono usufruire di un parcheggio automatizzato.

 

Il prezzo per aggiudicarvi uno di questi loft? La richiesta oscilla tra i 5 e i 50 milioni di dollari, a seconda dell’ampiezza dell’appartamento. Meglio cominciare a risparmiare.

Questo articolo parla di:

Precedente

A Shenzhen il nuovo headquarter di Guosen Securities

Successivo

Casa CH, colori pastello e icone design tra i colli bolognesi

Makà, la lampada industrial di Marc Sadler per OLEV
Design

Makà, la lampada industrial di Marc Sadler per OLEV

Stile industriale, versatilità totale.  Si chiama Makà la nuova lampada progettata da Marc Sadler per il 2020 di OLEV: una...

 Casa SR, la nuova spazialità di una casa vacanze in Puglia
Architettura

Casa SR, la nuova spazialità di una casa vacanze in Puglia

Un’abitazione dalla doppia natura, una pubblica e una privata, che corrispondono rispettivamente all’asse est-ovest e...

Le nuove finiture metalliche di antoniolupi
Design

Le nuove finiture metalliche di antoniolupi

antoniolupi presenta le nuove finiture preziose pensate per arricchire le iconiche collezioni in Flumood del brand: il calore...