A Santiago, un’abitazione in bilico tra modernità e tradizione A Santiago, un’abitazione in bilico tra modernità e tradizione
Architettura

A Santiago, un’abitazione in bilico tra modernità e tradizione

Scritto da Redazione |

11 Maggio 2016

Da secoli Santiago de Compostela, nel nord della Spagna, è meta di pellegrinaggi e percorsi spirituali di viaggiatori provenienti da ogni angolo del globo. Eppure, d’ora in poi, potrebbe diventare un luogo imprescindibile anche per gli appassionati dell’interior design.

 

Infatti, nel centro storico pedonale, in un’area dove l’edilizia moderna ha dovuto cedere il passo alle suggestive costruzioni antiche, lo studio d’architettura Arrokabe Arquitectos si è occupato dell’elegante ristrutturazione di una casa d’epoca, trasformandola in un piccolo gioiello dell’abitare contemporaneo.

 

L’idea di partenza è stata quella di creare una casa-giardino, in armonia con i tipici dettami del paesaggio e dell’architettura mediterranea. Per questo, alla restaurazione del complesso principale articolato su tre livelli è corrisposto l’inserimento di un volume in legno chiaro orientato sul lato posteriore e adatto a svolgere la funzione di patio.

 

Una scala centrale a sospensione con finiture in legno naturale collega verticalmente i tre piani della casa, raccogliendo il fascio luminoso naturale che filtra dall’ampio lucernario posto sul tetto.

 

Se il patio esterno presenta una rustica pavimentazione in pietra locale, anche lo stile degli interni è improntato al minimalismo e all’essenzialità: gli arredi sono per lo più realizzati su misura, principalmente caratterizzati dall’impiego del legno o di pannelli di compensato.

 

Particolarmente originale la scelta di prevedere un soffitto ondulato, anch’esso rivestito in legno, capace di conferire fluidità e ariosità agli ambienti, nel segno di una continuità tra outdoor e indoor sottolineata anche dalla volontà dei proprietari di distribuire nei vari ambienti interni numerose piante in vaso.

 

I pavimenti interni presentano inoltre un motivo a scacchiera con alternanza di bianco e nero, il che introduce un’interessante nota cromatica che aggiunge movimento e personalità agli spazi, in equilibrio perfetto tra tradizione e modernità.

 

Un’abitazione contemporanea che non dimentica le sue radici nella cultura spagnola, come dimostra la piccola scultura in cuoio raffigurante un toro, per porre in bella vista uno dei simboli più noti della terra di Spagna.

Questo articolo parla di:

Fotografie di Luis Diaz Diaz

Precedente

Flat Copper, un edificio residenziale al centro delle comunicazioni parigine

Successivo

Terminal marittimo di Salerno, l’ultimo progetto di Zaha Hadid

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...