Architettura

Al MAXXI di Roma l’Italia di Zaha Hadid

Giugno 5, 2017
Avatar

scritto da:

Al MAXXI di Roma l’Italia di Zaha Hadid

Omaggio alle origini. Si potrebbe anche intitolare così la mostra con cui il MAXXI di Roma si prepara a celebrare la matita da cui è nato, la vita e le opere dell’archistar Zaha Hadid, recentemente scomparsa e autrice di alcune delle strutture che hanno ridisegnato il mondo moderno. 

Dal 23 giugno 2017, per sei mesi fino al 14 gennaio 2018, nelle sale del museo d’arte contemporanea della capitale va in scena L’Italia di Zaha Hadid: il lavoro della visionaria progettista anglo-irachena in un’esposizione curata da Margherita Guccione e Woody Yao, in collaborazione con lo studio Zaha Hadid Architects e con la Fondazione Zaha Hadid. 

Al centro dell’evento, la creatività espressa nelle testimonianze che vanno dai bozzetti pittorici ai modelli tridimensionali, dagli studi sulla tridimensionalità all’applicazione delle nuove tecnologie, per plasmare la forma degli edifici, immaginarne le funzioni, indagare e rinnovare lo spazio che ci circonda. 

Particolare attenzione sarà inoltre rivolta al rapporto tra Zaha Hadid e l’Italia, con un focus sui grandi progetti realizzati nel nostro Paese, tra cui, solo per citarne alcuni, il Terminal Marittimo di Salerno recentemente inaugurato, il Messner Mountain Museum a Plan de Corones, il progetto City Life quasi completato a Milano e lo stesso MAXXI di Roma. 

Un appuntamento da non perdere per chi voglia immergersi nell’universo di una donna che, con la sua intuizione straordinaria, ha saputo modellare la contemporaneità.