Architettura

Amber&Art, una galleria di lusso a San Pietroburgo

Dicembre 23, 2016

scritto da:

Amber&Art, una galleria di lusso a San Pietroburgo

La gioielleria è la meraviglia che resiste al tempo, grazie al suo fascino inesauribile che tanto assomiglia a quello della sontuosa San Pietroburgo, aristocratica città di Russia. Ed è proprio qui, sul lungo fiume, all’interno della famosa Casa del Mercante Antonov, firmata dall’architetto italiano Domenico Adamini nel 1824, che nasce Amber&Art, la nuova galleria d’arte destinata ad ospitare e ad esporre gioielli e oggetti d’arte realizzati in ambra lavorata.

 

Lo studio Piuarch ha disegnato uno spazio fluido dove è protagonista la bellezza dell’ambra: i diversi ambienti presentano oggetti e gioielli fabbricati con questo pregiato materiale, declinati in differenti tipologie e tecniche di lavorazione, in varie gradazioni di raffinatezza e preziosità.

 

Nella hall centrale sono raccolte tutte le diverse tipologie di prodotti ed essa si configura come un’ampia sala semi circolare caratterizzata da un controsoffitto in legno a cassettoni con disegno a rombi pensato per specchiarsi nelle geometrie del pavimento realizzato in marmo London Grey e Striato Olimpico nero.

 


Isole di ottone
in numerose altezze sono utilizzate come espositori free standing; alle pareti, marcate da una finitura a cemento grezzo, i prodotti sono invece disposti appesi a piccoli ganci che emergono da pannelli di seta di tipo moiree.

 

Il corridoio che porta alle altre stanze si trasforma in galleria espositiva dotata di volte a crociera recuperate dall’edificio originale; le teche in vetro espongono gli oggetti d’ambra adagiati su piedistalli di marmo scelto sempre nella versione Striato Olimpico nero.

 

Proseguendo, sul corridoio si affacciano due stanze più contemporanee con volta a botte e un pavimento in doghe di rovere naturale a contrasto con le volte, racchiuse tra pareti trattate in cemento stuccato a mano.

 

I gioielli sono esposti su pannelli in metallo blu, integrandosi con un sistema di specchi a tagli inclinati di grande impatto; ancora, fanno capolino lampadari realizzati a mano, pavimenti in marmo tagliato a scacchiera e bar a scomparsa.

 

Il numero ridotto di materiali nobili come l’ottone, i tessuti in seta e velluto e il marmo garantisce coerenza d’insieme, enfatizzata dall’illuminazione a corpi luminosi che agiscono in modo diretto e indiretto, in armonia con la luce naturale e suggestiva che si diffonde qui, ai confini settentrionali del mondo.