Architettura

Casa sul Parco, il progetto di “rottura” firmato Del Boca+Partners

Dicembre 12, 2017
Avatar

scritto da:

Casa sul Parco, il progetto di “rottura” firmato Del Boca+Partners

Pura innovazione architettonica o rottura rispetto al contesto di appartenenza? I confini sono sfumati nel recente progetto realizzato dallo studio Del Boca+Partners a Fidenza, in Emilia Romagna: si tratta della nuova Casa sul Parco, un edificio passivo multi-residenziale arrivato tra i finalisti dell’Active House Label Award e assegnatario di diversi altri riconoscimenti. 

Il complesso contiene 10 unità residenziali, ognuna con caratteristiche morfologiche proprie, ed è impostato su tre volumi principali, di altezza e dimensioni diverse, articolati intorno al corpo parallelepipedo che contiene i collegamenti verticali. 

Gli slittamenti di piani orizzontali e aggetti volumetrici creano ampi spazi di rottura del volume, i quali sono destinati a diventare ampi giardini pensili, dove il verde privato si integra con il verde pubblico prospiciente. 

Lungo le facciate corrono poi dei solai aggettanti che formano dei loggiati aperti, a disposizione degli appartamenti, utili a mitigare l’irraggiamento solare durante la stagione estiva e a ridurre i consumi energetici. 

La soluzione architettonica dell’angolo, poi, prevede l’inserimento di un volume sospeso fra cielo e terra, che reinterpreta e ripropone la tipologia dell’antico impianto a torre dell’edificio Liberty preesistente, riverberandone la storia senza rinunciare ad aggiornarla al linguaggio progettuale contemporaneo. 

La torre è inoltre sorretta da sei grandi pilastri metallici, fortemente inclinati, che rappresentano i tronchi dei tigli secolari del parco prospiciente; sotto il volume della torre è poi ricavato l’atrio di ingresso al condominio che, per caratteristiche dimensionali e posizione all’interno del tessuto urbano, diventerà uno spazio di mediazione tra la città e l’edificio, una piazza coperta a disposizione non solo dei proprietari degli appartamenti, ma di tutti i cittadini.