Architettura

Case di Luce vince il premio della sostenibilità

Novembre 22, 2016

scritto da:

Case di Luce vince il premio della sostenibilità

Tra il 7 e il 18 novembre scorsi si è tenuta a Marrakech la COP22 – Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite, in occasione della quale è stato assegnato il primo premio del concorso internazionale Green Building Construction Award 2016.

 

Vincitore nella categoria Energy e Hot Climates è stato un progetto tutto italiano: il complesso residenziale sostenibile Case di Luce di Bisceglie, in provincia di Bari, ideato da Pedone Studio e realizzato come punto d’incontro ideale tra architetture innovative e alta sostenibilità ambientale.

 

Si tratta di un edificio NZEB (Net Zero Energy Building) che mette in campo una visione sistemica dei principi della bioarchitettura, in bilico tra benessere abitativo e salvaguardia ecologica: è la più grande struttura in Europa interamente costruita in canapa e calce, con un involucro naturale realizzato grazie all’applicazione di una nuova modalità costruttiva in Natural Beton e Biomattone, materiali cioè riciclabili, biodegradabili e in grado di assorbire notevoli quantità di anidride carbonica.

 

In virtù del sistema di sfruttamento passivo dell’irraggiamento solare, dell’impianto a ventilazione naturale, dell’utilizzo di energia rinnovabile termica e fotovoltaica, Case di Luce si propone come un progetto completamente a impatto zero, carattere sottolineato anche dalle motivazioni addotte per l’assegnazione del premio:

 

Case di Luce rappresenta uno dei migliori interventi-pilota internazionali di edilizia sostenibile e ad alta efficienza energetica in grado, con le sue soluzioni innovative e scelte rigorosamente naturali, di contrastare i cambiamenti climatici ed il riscaldamento globale, quale risposta attuale al clima Mediterraneo e clima caldo-arido.” 

 

Un’altra vittoria per l’edilizia green Made in Italy.