Architettura

Cinque studi per l’Enoteca Dai Tosi a Matera

Dicembre 15, 2016

scritto da:

Cinque studi per l’Enoteca Dai Tosi a Matera

Matera sarà la città Capitale della Cultura per il 2019 e molto si sta già muovendo in previsione di quella data. Un esempio di questo fermento è “Enoteca Dai Tosi – Design Contest”, un concorso curato da PS e indetto su scala internazionale per reclutare cinque studi d’architettura tra i più prestigiosi e invitarli a elaborare altrettanti progetti per la realizzazione di un’enoteca su tre livelli, collocata all’interno di uno dei sassi di Matera.

 

L’iniziativa nasce su impulso del giovanissimo Paolo Buziol, classe 1991 e ultimo nato nella famiglia Buziol (il padre è il fondatore del brand Replay), il quale, conclusa la formazione al Wine and Spirti Institute di Bordeaux, in Francia, si è innamorato della terra lucana e ha scelto di aprire qui una nuova attività.

 

Il tema cardine del concorso è “solo ciò che tocca il vino”: i soli materiali ammessi all’interno dei progetti sono infatti quelli che vengono a contatto con il vino delle sue diverse fasi di produzione, come il vetro, il sughero, il legno di rovere e quello di castagno, l’acciaio inossidabile, la vetroresina, il cemento e la terracotta.

 

Gli studi selezionati per partecipare sono lo studio milanese di Francesco Librizzi, individuato per le sue architetture sospese; l’emergente torinese StudioErrante Architetture per la sua sperimentazione dell’errore; il milanese Andrea Caputo, scelto per il suo stile urbano e underground; lo studio belga Architecten De Vylder Vinck Taillieu per il suo approccio concettuale; il duo di designer Muller van Severen, prestati all’architettura dalla naturale evoluzione dei loro progetti spaziali e dalle loro linee pure.

 

L’obiettivo è quello di creare non solo un luogo di ritrovo all’interno del quale assaporare le storie di una accurata selezione regionale vini italiani, ma anche un posto in cui scoprire la storia del vino al di sopra del prodotto stesso; all’interno dell’enoteca sarà possibile assaporare dalle 350 alle 400 referenze di vino provenienti da tutto il territorio italiano, con una buona percentuale di vini della Basilicata, in omaggio alla terra che ospita il progetto.

 

All’Enoteca Dai Tosi, dunque, due simboli della tradizione italiana come il vino e il design s’incontrano, accostati nella cornice unica e affascinante del panorama di Matera.