Architettura

Finalmente pronta la famosa “Nuvola” di Fuksas

Settembre 6, 2016

scritto da:

Finalmente pronta la famosa “Nuvola” di Fuksas

Dopo otto anni di lavoro, 17 mila tonnellate di acciaio e 58 mila metri di vetro si è finalmente conclusa la costruzione del nuovo centro congressi di Roma, altrimenti noto come la “Nuvola” progettata da Massimiliano Fuksas e costata ben 273 milioni di euro.

 

Situato nel quartiere Eur, l’edificio verrà inaugurato ufficialmente il prossimo 29 ottobre e a partire da quel momento vedremo se i numeri da capogiro che finora sono circolati avranno un concreto riscontro nella realtà: si parla infatti di 200 – 300 mila congressisti che, a regime, potranno essere ospitati ogni anno, il che avrebbe una ricaduta economica sull’intera città pari a circa 300 – 400 milioni d’indotto annuale complessivo.

 

In effetti, i presupposti ci sono tutti: 281 mila metri quadri di volume, una capienza totale di circa 8000 persone, 6000 delle quale ubicate nelle sale congressuali e altre 1762 destinate a riempire l’auditorium.

 

Numeri grandiosi, tanto quanto il progetto, a partire dallo spettacolare reticolo di acciaio racchiuso entro un involucro in fibra di vetro siliconato, passando per i soffitti della sala Plenaria, dove tutti gli impianti sono lasciati a vista, per giungere allo straordinario auditorium, una teca realizzata anch’essa in acciaio e vetro alta 40 metri per 175 metri di lunghezza e 70 di larghezza, dotata di un rivestimento interno in legno di ciliegio americano (4700 pannelli), materiale ideale per favorire la resa acustica.

 

 Infine, la cosiddetta “Lama”, una struttura alberghiera alta 55 metri e capace di contenere 439 camere oltre ad un parcheggio di circa 600 posti auto.

 

Una sfida faraonica iniziata nel 2008 e oggi finalmente portata a termine: oggi la “Nuvola è pronta a entrare in funzione, manca solo il nome definitivo, per il quale è stato indetto un grande concorso di idee. Vinca il migliore.