Architettura

Il nuovo Mercato Centrale ha aperto a Roma Termini

Ottobre 31, 2016

scritto da:

Il nuovo Mercato Centrale ha aperto a Roma Termini

E’ stata una delle novità di quest’ottobre l’apertura a Roma del nuovo Mercato Centrale, nell’area della Stazione Termini, compimento di un progetto firmato dallo studio d’architettura Q-bic di Firenze.

 

Concepito per riscoprire uno spazio di connessione tradizionale tra tutti i componenti della filiera commerciale, dai piccoli produttori, agli artigiani locali, fino al consumatore, il Mercato Centrale si ispira all’antica storia del mercato italiano, riunendovi tutte le eccellenze del nostro Paese e collocandole sotto l’imponente Cappa Mazzoniana, realizzata negli anni 30 da Angelo Mazzoni per ricoprire un’ala dello scalo ferroviario.

 

I fratelli Luca e Marco Baldini dello studio Q-bic hanno scelto di utilizzare per la loro opera materiali dal forte impatto, come il legno, il ferro, la ceramica e la resina, riprendendo quelle stesse materie che caratterizzavano un tempo la struttura dei mercati rionali.

 

Quindici botteghe a vista, con sede al piano terra, sono state disposte intorno alla Cappa, alle quali bisogna aggiungere una dispensa e un’area dedicata al vino; d’altro canto il ristorante è dislocato al livello superiore, con una capienza totale di 500 posti a sedere. Per quanto riguarda invece l’organizzazione di eventi, essi troveranno i loro appositi spazi al terzo piano dell’edificio.

 

Il Mercato Centrale si pone quindi come un luogo innovativo e contemporaneo che non dimentica le nostre tradizioni, culinarie, artigianali e popolari, ma piuttosto le proietta in un futuro che le vedrà sempre più apprezzate anche oltre i confini nazionali.