Interprogetti, a Cecina un porto turistico e un nuovo borgo cittadino Interprogetti, a Cecina un porto turistico e un nuovo borgo cittadino
Architettura

Interprogetti, a Cecina un porto turistico e un nuovo borgo cittadino

Scritto da Redazione |

01 Luglio 2016

Con i suoi 8000 chilometri di costa, fin dall’antichità l’Italia si pone come paese di riferimento per il traffico marittimo, grazie anche e soprattutto ai numerosi hub portuali che punteggiano i suoi contorni. Uno sviluppo, quello dei porti italiani, che non accenna ad arrestarsi.

 

Testimonianza ne è il recente progetto per la realizzazione e l’ampliamento del porto turistico di Cecina (Livorno) messo a punto da Interprogetti, società da sempre in prima linea nel settore ingegneristico, in collaborazione con CIPRA srl per quanto riguarda la progettazione strutturale della opere a terra.

 

Si tratta di una grande opera di riqualificazione complessiva dell’area, comprendente la realizzazione di un nuovo bacino portuale e di una serie di edifici che mirano ad incrementare le prestazioni funzionali del porto, come nel caso di argini, collegamenti stradali, strutture alberghiere, creando così un vero e proprio borgo cittadino annesso, completamente autonomo dal punto di vista dell’approvvigionamento energetico.

 

Lo specchio d’acqua interessato dal progetto sarà ripartito tra una darsena interna ricavata nell’entroterra e un bacino esterno posto tra i due moli di sopraflutto e sottoflutto, con dotazione di 766 posti per imbarcazioni di varie dimensioni. Le rive della darsena saranno poi occupate dalle autorimesse e dai servizi igienici portuali, andando a costituire un insieme di strutture capaci di unire funzionalità e riduzione dei consumi energetici grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici sulle tettoie.

 

Oltre al recupero e alla ristrutturazione di un ponte carrabile preesistente, l’opera prevede anche la costruzione di un edificio per esposizione cantieristica, un albergo con una capienza pari a 90 camere, un bar, un centro benessere, un impianto sportivo con piscina, una sala congressi, un residence in cui trovano collocazione 56 alloggi, in aggiunta al parcheggio per 950 posti auto, di cui 505 in box dedicati.

Questo articolo parla di:

Precedente

A Parigi il nuovo Hotel Saint-Marc firmato Dimorestudio

Successivo

Mud and Wood, dall’Irlanda paglia e fango per la casa fai da te

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...