Mazzer, un attico tutto italiano nel cuore di Mosca Mazzer, un attico tutto italiano nel cuore di Mosca
Architettura

Mazzer, un attico tutto italiano nel cuore di Mosca

Scritto da Redazione |

31 Marzo 2016

Che il popolo russo coltivi una vera e propria passione per il Made in Italy non è certo una novità. Da anni ormai Russia e Italia hanno costruito un sodalizio commerciale che ha portato grandi benefici a entrambi i Paesi, e l’obiettivo è quello di accrescere sempre di più il grado d’interazione, esportando anche agli estremi confini d’Europa il cosiddetto italian way of life, apprezzato e imitato in tutto il mondo.

 

Così, dal momento che nel campo del design da sempre l’Italia occupa una posizione di eccellenza, non sorprende l’innovativo progetto di ristrutturazione portato a termine recentemente dallo studio Mario Mazzer Architects proprio nel cuore di Mosca. L’architetto, che detiene un ruolo di primo piano nel campo della progettazione e del design a livello internazionale, ha curato la realizzazione di un attico di 800 mq situato al 22° piano di un palazzo della capitale russa con vista sullo storico grattacielo dell’Università Statale.

 

L’elemento cardine dell’appartamento è rappresentato dall’atrio simmetrico, che conduce all’ampio salone panoramico vetrato e ai lati del quale si aprono gli altri ambienti abitativi, tra cui la cucina, i bagni, le camere e lo studio. Lo spazio esterno è di grande impatto, anche grazie al suggestivo giardino pensile affacciato sui tetti moscoviti.

 

D’altro canto, gli interni risultano curati nei minimi dettagli, al fine di ottenere locali dal gusto minimale ma comunque caldi e accoglienti. Nella migliore tradizione dello studio Mazzer, gli arredi, realizzati su misura, coniugano l’impiego di materiali naturali con uno stile fortemente contemporaneo in cui raffinati tocchi di colore si alternano a toni prevalentemente scuri. Dominano le finiture in legno di noce e ebano, ma non mancano altre soluzioni pregiate come il marmo, il vetro laccato, il metallo brunito.

 

Naturale e minimale sono dunque aggettivi chiave di un progetto estremamente sofisticato, che tuttavia trova importanti spunti d’interesse anche tra i grandi nomi del design italiano: B&B Italia, Cassina, Vitra sono solo alcune tra le aziende che hanno fornito elementi d’arredo, divani e poltrone di grande personalità.

 

E’ poi l’illuminazione ad assumere un ruolo fondamentale nell’atmosfera complessiva degli spazi: sorgenti lineari a LED sono alla base di velette luminose collocate nel controsoffitto, mentre apparecchi a incasso ed eleganti lampade di serie completano il quadro delle luci.

 

Ne risulta un appartamento di grande stile, capace di esprimere tutta l’arte italiana del saper vivere, esattamente l’essenza di ciò che la Russia – e il mondo – ci invidia.

 

Fotografie di Richard Powers

Precedente

Torino, ecco il progetto green di Luciano Pia

Successivo

A Tempio Pausania Renzo Piano rende omaggio a De Andrè

Domingo Salotti, alla scoperta del comfort Made In Italy
Design

Domingo Salotti, alla scoperta del comfort Made In Italy

Una storia tutta italiana di qualità artigianale e slancio innovativo è quella che dagli anni ’70 racconta la vicenda di...

In cibum, il progetto “umanista” della Scuola Gastronomica a Salerno
Architettura

In cibum, il progetto “umanista” della Scuola Gastronomica a Salerno

In Cibum – Scuola di Alta Formazione Gastronomica è il progetto nato a Pontecagnano, in provincia di Salerno, per iniziativa...

Abimis, la cucina Atelier nel cuore di un palazzo a Vicenza
Design

Abimis, la cucina Atelier nel cuore di un palazzo a Vicenza

Situato all’ultimo piano di un palazzo storico di fine Ottocento a Vicenza, un elegante appartamento, ampio e luminoso...