Studio Adobati, come cambiare il volto di un’area industriale Studio Adobati, come cambiare il volto di un’area industriale
Architettura

Studio Adobati, come cambiare il volto di un’area industriale

Scritto da Redazione |

09 Giugno 2016

Un’architettura potente, nella sua essenzialità. Questo è il concetto di progettazione che ispira il lavoro dell’architetto bergamasco Francesco Adobati, artefice di un grandioso progetto di riqualificazione dell’area industriale ex Comital, 40 000 metri quadrati nelle vicinanze di Nembro (Bergamo) recentemente acquistati dalla società Persico SPA.

 

Dal momento che gli edifici preesistenti si configuravano come l’esito della stratificazione storica, l’architetto ha voluto trattare diversamente ogni costruzione: le strutture più antiche, cioè la torre essiccatoio e la filanda, sono state conservate in virtù del loro valore estetico e storico; i fabbricati risalenti all’epoca moderna sono stati oggetto di riconversione; gli edifici prefabbricati e gli altri più recenti sono invece stati smantellati.

 

Accanto alle operazioni di salvaguardia e riconversione, si è proceduto alla creazione di nuove costruzioni improntate all’essenzialità, in contrasto con le strutture del passato ma comunque in grado di mantenere una certa coerenza con il contesto circostante, grazie all’impiego di materiali di grande impatto: da un lato, il cemento armato verniciato di nero e posizionato nella parte inferiore della struttura, dopo essere stato plasmato dalle matrici; dall’altro, il policarbonato trasparente che si pone in dialogo con le sfumature del cielo, variando di volta in volta il proprio aspetto.

 

Un esperimento efficace di recupero e di trasformazione di un impianto industriale, tale da adattarlo perfettamente alle nuove funzioni cui sarà destinato, grazie allo spirito visionario di un architetto di razza come Adobati, che ha maturato ormai un’esperienza più che ventennale nella trattazione di progetti connessi all’edilizia terziaria, comprese le opere di riconversione e qualificazione.

 

Il lavoro portato a termine per Persico SPA è un’ulteriore dimostrazione delle sue teorie: la semplicità è la chiave per realizzare edifici dal design autentico, dalla personalità originale, dove la funzionalità diventa potenziale estetico, esattamente quello che è accaduto nella zona industriale di Nembro.

Questo articolo parla di:

Fotografie di www.francescoadobati.it

Precedente

Report From The Cities, le città protagoniste a Venezia

Successivo

Flexhouse, la casa flessuosa di Evolution Design

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...