Architettura

The Silo, la città di domani non dimentica il passato industriale

Febbraio 13, 2017

scritto da:

The Silo, la città di domani non dimentica il passato industriale

Sono ormai in dirittura d’arrivo e dovrebbero concludersi nel 2017 i lavori per la trasformazione dell’area di Nordhavnen, sul porto di Copenhagen in Danimarca, oggi al centro di un ambizioso piano di sviluppo.

 

Il progetto, affidato agli architetti dello studio danese Cobe, prevede la conservazione nel nuovo quartiere di alcuni dei vecchi edifici industriali che sorgono lungo il porto, tra cui i silos: il più alto di essi verrà riqualificato per assumere funzione residenziale e commerciale.

 

Con i suoi 62 metri di altezza articolati in 17 piani, The Silo diventerà un punto di riferimento per l’intero quartiere: il complesso conterà 40 appartamenti dalle dimensioni differenti, dovute alla conformazione dei precedenti locali destinati allo stoccaggio e al trattamento del frumento.

 

L’altezza di ogni alloggio potrà giungere fino agli otto metri mentre la superficie si attesterà tra gli 80 e gli 800 metri quadri, distribuita su uno o due livelli; le abitazioni saranno inoltre dotate di balconi e finestre panoramiche sullo skyline cittadino, ma l’antica struttura dell’edificio sarà comunque intuibile, nonostante i cambiamenti necessari.

 

In questo senso, anche l’involucro esterno è pensato per rievocare lo stile del complesso industriale precedente, pur aggiornandolo alle nuove esigenze d’uso; all’interno, invece, colonne e muri di cemento ricorderanno agli abitanti la destinazione storica del luogo.

 

Perché la città si rinnova, ma non vuole rinunciare alla sua identità più autentica.