Architettura

The Stealth, un tuffo nella New York del passato

Novembre 25, 2016

scritto da:

The Stealth, un tuffo nella New York del passato

Un tuffo della New York dell’Ottocento? Oggi è possibile, grazie al lavoro dello studio WORK Architecture che, dopo un intervento di profonda ristrutturazione e un ulteriore ampliamento, ha realizzato The Stealth, il progetto che ripristina integralmente una della facciate in ghisa più antiche della città, risalente al 1857.

 

L’artista Michael Hansmeyer ha ricreato digitalmente i capitelli corinzi di un tempo, reinterpretandoli con nuove linee che tuttavia rispettano le proporzioni originarie; inoltre, la presenza di una nuova struttura situata sul tetto è stata resa praticamente invisibile grazie allo sfruttamento delle architetture adiacenti e alla simulazione di tre proiezioni.

 

Nel complesso residenziale, grande rilevanza è stata data anche alla relazione con il paesaggio esterno, cercando di suggerire un’ambientazione il più possibile naturale, pur all’interno di un contesto urbanizzato: a questo scopo all’ingresso è stato allestito un suggestivo giardino verticale mentre dal secondo, dal sesto e dal settimo livello si affacciano alcuni ampi balconi.

 

In questo modo i progettisti di WORK Architecture sono riusciti nell’impresa di conciliare con stile due tendenze forti dell’architettura contemporanea: da un lato il richiamo alla storia, dall’altro l’attenzione ad un abitare più vivibile, vicino alla natura.