Abimis, un (loft) americano a Parigi Abimis, un (loft) americano a Parigi
Design

Abimis, un (loft) americano a Parigi

Scritto da Redazione |

30 Gennaio 2017

Un americano a Parigi. Qui però i ballerini non c’entrano e nemmeno l’omonimo film musicale diretto nel 1951 da Vincente Minnelli. L’americano in questione è un elegante appartamento situato a Parigi nei pressi di Place de la Republique, dove forme e stile si divertono a richiamare l’allure urban tipicamente newyorkese.

 

Il progetto di interior design, firmato dallo studio Festen Architecture, parte dal concetto di recupero industriale per costruire le atmosfere del loft metropolitano, dove gli spazi sono fluidi e i soffitti sono alti, arricchiti dalle preesistenti venature in acciaio, mentre le ampie finestre rettangolari sono scandite dai serramenti in ferro comuni nelle vecchie fabbriche.

 


La cucina dell’appartamento, realizzata da Abimis, associa la funzionalità della ristorazione professionale ad una distribuzione dei blocchi che asseconda le esigenze di un utente privato, mentre l’acciaio, che identifica tutti i prodotti realizzati su misura dall’azienda, regala a questa soluzione una dimensione scultorea e una sofisticata uniformità.

 

Festen Architecture ha scelto il modello Ego di Abimis, convinto dal suo essere un connubio di eleganza, innovazione ed ergonomia, la cui forma risulta pulita grazie all’anta raggiata a filo battente completamente integrata nella struttura e ad una cerniera cardine di nuova concezione, brevetto della stessa Abimis.

 


Una grande isola, attrezzata
con una piastra ad induzione e il forno, si affaccia sulla zona del living senza generare alcuna discontinuità; al di sotto della lunga finestra, un secondo blocco contiene invece il lavabo mentre, appoggiata alla parete, la dispensa completa il layout della cucina, che rievoca con le sue vibranti sfumature metalliche il fascino degli spazi professionali con una preziosità inedita.

 

Così Abimis, marchio nato nel 2013 dall’esperienza trentennale di Prisma, continua a innovare il modo di concepire l’universo, privatissimo, della cucina di casa.

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Cucina Artika, la star di Pedini a IMM 2017

Successivo

Catellani&Smith, a Bergamo la luce dello chef

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...