Design

Al Radicepura Garden Festival la magia di Fil de Fer

Ottobre 27, 2017
Avatar

scritto da:

Al Radicepura Garden Festival la magia di Fil de Fer

Siamo in Sicilia, alle pendici dell’Etna, il vulcano ai piedi del quale, secoli e secoli fa, nacquero miti e leggende destinati a cambiare la nostra percezione di quel paesaggio pieno di fascino e la stessa identità d’Occidente. 

Proprio tra quei profumi e quei colori si è svolto Radicepura Garden Festival, il primo evento internazionale dedicato al garden design e all’architettura del paesaggio mediterraneo, all’interno del parco botanico Radicepura di Giarre. 

Qui, quattro celebri garden designer come James Basson, Kamelia Bin Zaal, Michel Péna e Stefano Passerotti, oltre a giovani talentuosi paesaggisti provenienti da diversi Paesi del mondo, hanno dato vita all’allestimento di quattordici straordinari giardini

Tra le installazioni presenti al festival, si è distinto lo spazio verde La Macchia del ‘giardiniere errante’ Donatello Chirico, che ha riscosso un grande successo da parte della critica anche grazie alla presenza dell’iconica Fil de Fer di Catellani & Smith

La lampada, con i suoi fili intrecciati e punti luce, ha risposto perfettamente alle esigenze dell’allestimento di Chirico, una vera e propria indagine sulla relazione tra l’Etna e il Mediterraneo, e si è integrata nelle geometrie vegetali con equilibrio ed eleganza. 

Ma la sorpresa è arrivata al calare del sole, quando Fil de Fer si è mostrata nel massimo del suo splendore, offrendosi agli occhi incantati dei visitatori creando un’atmosfera quasi surreale, o piuttosto, autenticamente mitica.